Temptation Island, Georgette Polizzi sulla sedia a rotelle: “La mia malattia? Dovrò conviverci tutta la vita”

Da ormai qualche tempo una delle più amate protagoniste di Temptation Island, Georgette Polizzi, è costretta su una sedia a rotelle per via di una malattia che l’ha colpita e della quale non ha ancora mai parlato apertamente. Attraverso il social Instagram, Georgette, la “Polly”, ha informato costantemente i suoi fan circa i progressi che poco alla volta le hanno permesso di tornare in piedi, seppur con difficoltà. Il ricovero, poi la riabilitazione, quindi il ritorno in pista. Ma con una consapevolezza: quella di continuare a convivere con la sua malattia.

Geogette Polizzi, come sta?

Al fianco di Georgette Polizzi non è mai mancato, in questo delicatissimo momento della sua vita, il compagno Davide Tresse. I due li avevamo conosciuti nel corso della trasmissione Temptation Island, quando entrambi avevano deciso di mettere alla prova la loro relazione. Nonostante ciò la loro storia era proseguita a dimostrazione che il loro amore era più forte di tutto.

Di recente però, per Georgette è iniziato un periodo molto buio per via di una malattia che l’ha costretta prima al ricovero e poi su una sedia a rotelle. La Polly però non ha mai detto quale fosse la malattia invasiva e limitante che l’ha colpita. Di recente però, Georgette è intervenuta nuovamente sul suo profilo social per informare gli utenti delle ultime evoluzioni.

“Ufficialmente tornata nel mio mondo. E adesso devo solo tornare a spaccare i cul*!! Come vi ho detto nelle storie appena avrò metabolizzato vi parlerò della malattia che ha deciso di impossessarsi di me con la quale dovrò convivere per la vita! Molte se ne sono dette… forse troppe ma prometto che ve ne parlerò a cuore aperto per aiutare chi come me ne è vittima… per lanciare il messaggio che con la forza di volontà si può tornare a volare!! #nonhopauradite #nonsimollauncazz0 #testaecuore”, ha scritto, allegando una sua foto.

Dopo quasi un mese, dunque, Georgette è tornata a casa con il suo Davide. Aveva scritto lui, qualche giorno fa: “Ti riporto a casa… nuovamente tra le mie braccia… Nuovamente te ed io io e te… Forse con una cosa in più la tua carrozza! Che io so tu abbandonerai presto ma anche se così non fosse… Sarai la mia cenerentola… E ogni cenerentola che si rispetti ha la propria carrozza E ovviamente un principe azzurro…”.

Seguici e condividi!
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7127

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi