X Factor 4, Davide Mogavero: “Non pensavo di vincere”. Sull’inedito: “Volevano darmi una canzone alla Marco Carta e Valerio Scanu”

“Ad X Factor sono cresciuto molto tecnicamente con la voce. Rossana Casale mi ha aiutato tantissimo con il riscaldamento e tutto il resto. Poi sentivo di crescere artisticamente settimana, dopo settimana e in ogni puntata. Ho scoperto cose nuove, anche i movimenti sul palco. Ho iniziato a imparare a fare questo mestiere”.

L’esperienza ad X Factor 4 è servita molto a Davide Mogavero, il secondo classificato del talent show di RaiDue, che si è confessato in un’intervista al Tgcom.

Lui non pensava di poter vincere. Infatti:

Chiusi dentro al loft era difficile sapere come andavano le cose, l’unica cosa che potevamo fare erano dei pronostici tra di noi. Pensavamo che Stefano e Nevruz sarebbero arrivati al ballottaggio finale. Ma le cose sono andate diversamente.

Il cantante rivela di avere paura del buio a causa di uno scherzo che gli hanno fatto all’età di cinque anni e fa il nome del concorrente che avrebbe visto come vincitore ideale, ossia Dorina.

Lui scrive poco, perchè “nasco come interprete” e spera che il pubblico non pensi che lui sia uno che se la tira per il fatto che non ha mai avuto un cedimento emotivo e non ha mai pianto all’interno della trasmissione condotta da Francesco Facchinetti.

Il secondo classificato di X Factor 4 afferma che gli piace molto la canzone che Francesco Renga ha scritto per lui.

Abbiamo valutato una serie di inediti e siamo arrivati al definitivo. Mi piace molto questa canzone, inizialmente volevano darmi una canzone alla Marco Carta e Valerio Scanu, ma non erano assolutamente adatte a me.

Infine si dichiara single.

Non sono fidanzato non ho mai vissuto una storia d’amore. Non è successo perché vorrei una ragazza semplice, umile e carina… Come Michelle Hunziker, anzi se lei mi volesse…

Condividi post:
Loading...
Articolo creato 1048

11 commenti su “X Factor 4, Davide Mogavero: “Non pensavo di vincere”. Sull’inedito: “Volevano darmi una canzone alla Marco Carta e Valerio Scanu”

  1. Ma questo non è il clone di Marco Carta? non mi piacciono le copie. Fortuna che Valerio non è riproducibile lui è l’originale e la sua voce non si può confondere con quella di nessuno.

  2. “Volevano darmi una canzone alla Marco Carta e Valerio Scanu”…Mah! mi sembra un po’ presto per scegliere …un po’ di umilta’ no eh!
    Comunque non se sarebbe in grado di cantare le canzoni di Scanu, ne dubito, Scanu è Scanu e secondo me attualmente è una delle voci piu’ belle e il suo repertorio può piacere o meno ma non è facile da cantare.

  3. Le canzoni di Marco Carta dell’ultimo cd sono molto buone, certo di più dell’inedito di Mogavero, la cui voce peraltro manco si avvicina a quella di Marco.

  4. secondo me hanno sì la voce somigliante a quella di M.Carta, ma non ci dimentichiamo che deve ancora farne di strada e trovare il suo ego…. diamo tempo al tempo poi si potrà giudicare

  5. a pulcino sei appena uscito dall’uovo….nn sai ancora camminare…e gia’ ti illudi….chi si loda si imbroda……a borioso…….nn sei nessuno e’ gia’ ti credi arrivato….aspetta a dirlo…

  6. bravissimo sei molto bravo farai carriera lo sai da solo come gestire la tua vita non sono d’accordo con gli altri commenti e secondo me hai tutte le carte per sfondare vai mi piace molto come canti!!!!
    VAI COSìììììììììììììì BRAVISSIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

  7. bravissimo sei molto bravo farai carriera lo sai da solo come gestire la tua vita non sono d’accordo con gli altri commenti e secondo me hai tutte le carte per sfondare vai mi piace molto come canti!!!!
    VAI COSìììììììììììììì BRAVISSIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
    E A ME MARCO CARTA E VALERI SCANU NON PIACCIONO QUINDI NON ACCETTARE (SECONDO ME PARERE PERSONALE) CANZONI CHE NON PENSI ADATTE A TE PERCHè ALLA FIE CHI CI RIMETTE SEI TE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto