Mistero, Daniele Bossari: “Per me è la realizzazione di un sogno”, cosa pensa del programma di cui è anche autore

Questa sera torna su Italia 1 la nuova puntata all’insegna della trasmissione Mistero, in onda a partire dalle ore 21:10 circa. Uno dei veterani del programma dedicato all’ignoto è Daniele Bossari, volto noto del piccolo schermo sin dai tempi dei programmi musicali su Mtv. Quella in corso è l’ottava stagione di Mistero che vede protagonista anche Daniele Bossari, il quale ha di recente rilasciato una interessante intervista sulle pagine del settimanale Vero Tv.

Daniele Bossari, intervista a 360°, da Mistero alla Tv nostalgica

“Al di là delle etichette, per me Mistero è la realizzazione di un sogno”, ha dichiarato Bossari sul settimanale diretto da Laura Bozzi. “Amo dedicarmi alla materia del programma anche nel tempo libero, attraverso studi e ricerche”. Non c’è da dimenticare, poi, che lo stesso Bossari firma le puntate del programma come autore, definendosi molto attivo nella scelta degli argomenti, sebbene non manca di sottolineare il grande lavoro di squadra che la stessa trasmissione comporta. La mistica è tra i suoi argomenti preferiti ma anche lo studio delle religioni comparate.

In generale, Daniele Bossari ha di recente festeggiato i suoi primi 20 anni di carriera televisiva. “Agli esordi in radio, la classica gavetta non retribuita, andavo ancora a scuola, pensate quanto ero giovane!”, ha commentato. Rispetto alla televisione di un tempo, Bossari rimpiange la nostalgia di Mtv: “Mi piaceva Mtv, soprattutto la sua capacità di portare la musica nelle case in maniera approfondita, su un canale tematico visto da milioni di persone”.

Oggi, come ricorda lo stesso Bossari, quel tipo di Tv è stata soppiantata dal Web: “Chi vuole vedere un videoclip lo cerca su YouTube”. Ma la maggiore nostalgia per il canale musicale al quale ha lavorato ha a che vedere soprattutto con il suo intento educativo e culturale, tipico della Tv anglosassone. Tra gli altri programmi che Daniele vorrebbe riproporre, perché certo che oggi potrebbero ancora funzionare, anche i contenitori leggeri come Fuego! e Wozzup?.

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7678

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto