Addio a Maurizio Mosca, indimenticabile “opinionista prezzemolino”

Il noto giornalista sportivo, Maurizio Mosca, si è spento all’età di 69 anni, la scorsa notte. Nonostante la malattia, Mosca non aveva smesso di animare tv, radio e giornali, con la consueta passione di sempre.
A darne la notizia, la famiglia.

Opinionista ed instancabile personaggio televisivo, Maurizio era giunto sul piccolo schermo nel 1979, debuttando alla conduzione di una trasmissione sportiva in onda su un’emittente locale milanese. Ma è nel 1991, con la trasmissione L’appello del martedì, che Mosca si confermò personaggio televisivo a tutti gli effetti, indossando per l’occasione la classica toga da giudice, nel programma la cui scenografia ricordava l’aula di un tribunale.
Seguiranno Calciomania, Guida al campionato, Controcampo, Zitti e Mosca, La Mosca al naso e Il processo del lunedì.
Su Rete 4, al fianco di Paolo Liguori, condusse, nel 2002, il programma Senza Rete, fino al suo ruolo di opinionista nel 2004/2005, nelle trasmissioni di Italia 1, Guida al campionato e Controcampo, delle quali si ricorda la sua spiccata ironia tra le sue “bombe” ed il celebre “pendolino”.

A darne la notizia per primo, in tv, è stato Gianfranco Mazzoni, nel corso delle qualifiche del Gran Premio della Malesia di Formula 1, esprimendo il cordoglio di tutta RaiSport.

Condividi post:
Loading...
Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.
Articolo creato 7678

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto