Avicii, dettagli sulla morte del DJ: sarebbe morto tagliandosi collo e polsi con un pezzo di vetro

L’ipotesi di suicidio per la morte di Avicii, avvenuta lo scorso 20 aprile in Oman prende sempre più corpo. La star della musica elettronica si sarebbe tolto la vita con un pezzo di vetro suicidandosi. Secondo indiscrezioni del sito di gossip TMZ il dj avrebbe usato cocci di bottiglia per tagliarsi collo e polsi, provocando un sanguinamento mortale. Prima di compiere l’atroce gesto, il musicista ha voluto lasciare una lettera indirizzata alla sua famiglia.

Avicii, ecco come sarebbe morto

Un comunicato della famiglia, diramato qualche giorno fa, aveva già fatto pensare ad una precisa volontà del dj di togliersi la vita: “Non poteva più andare avanti. Voleva trovare la pace”, aveva scritto la famiglia di Tim Bergling. La polizia, dal canto suo, aveva escluso sin dall’inizio l’ipotesi criminali.

Adesso il famoso sito TMZ ha rivelato alcuni dettagli emersi da indiscrezioni ricevute da “diverse fonti a cui sono note le circostanze sulla morte di Avicii”. Il dj avrebbe rotto, pare, una bottiglia di vino e si sarebbe inflitto con i pezzi di vetro ferite mortali, a causa del forte sanguinamento.

La forte dipendenza di Avicii

Il 28enne è stato trovato morto il 20 aprile nel paese mediorientale dell’Oman. Avicii ha combattuto per molti anni con problemi di alcol e, sempre stando alle fonti di TMZ, i suoi amici temevano che proprio quella dipendenza prima o poi lo avrebbe ucciso.

Seguici e condividi!
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 6922

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi