Sanremo 2018, Le Vibrazioni con “Così sbagliato” – TESTO

Dopo 13 anni ritornano sul palco dell’Ariston Le Vibrazioni, e il loro è l’unico vero pezzo pop-rock di questo Sanremo 2018: romantico e molto radiofonico, “Così sbagliato” è un brano che racconta l’amore dal punto di vista di un uomo che ha fatto un errore, si sente sbagliato, e chiede di essere perdonato e abbracciato ancora. “Abbiamo deciso di tornare insieme da pochi mesi”, racconta il leader Francesco Sarcina a Sorrisi.com “e riportare 15 anni di lavoro sul palco di Sanremo ci sembrava una cosa molto importante”.

Le Vibrazioni a Sanremo 2018

Le Vibrazioni tornano ad esibirsi dal vivo con una nuova avventura live nei più importanti club di tutta Italia che partirà il prossimo 16 marzo dal New Age Club di Roncade. Sul palco, la band salirà nella sua formazione originale: Francesco Sarcina alla voce e chitarra, Stefano Verderi alla chitarra e alla tastiera, Marco Castellani al basso e Alessandro Deidda alla batteria.

Questi appuntamenti live saranno l’occasione per ascoltare l’inedito sanremese Così sbagliato, ma anche agli estratti dal nuovo disco di inediti V (distribuito da Artist First), di prossima uscita, e ai grandi successi che hanno scalato le classifiche e fatto la storia del gruppo. Venerdì 9 febbraio duetteranno con Skin.

Le Vibrazioni, il testo di “Così sbagliato”

di A. Bonomo – L. Chiaravalli – F. Sarcina – D. Simonetta

Ed. Music Union/Edizioni Curci/Eclectic Music Group/L’Equilibrista – Milano

L’alba che scopre il mio viso
Sono sveglio e mi vesto nel posto
Sbagliato
Così sbagliato
Scusa mi sono distratto
Ti ho lasciato da sola al momento
Sbagliato
Forse ho sbagliato

I taxi delle sei
Panchine vuote
E la mia barba dentro le vetrine
Ma tu che colpa hai
Se sono io
Sbagliato sbagliato sbagliato
Portami a casa
Salvami ancora
Da queste mani fredde e viola
Riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
I miei castelli di carta
I miei occhi da pugile al bordo
Sbagliato
Così sbagliato

E la mia abilità di farmi male
Quando mi sento figlio e sono un padre
E tu mi dici che
Non è così sbagliato sbagliato sbagliato
Portami a casa
Salvami ancora
da queste mani fredde e viola
Riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
Sbagliato sbagliato sbagliato

Nel mio vestito vuoto vicino a te
E tu mi raccogli comunque
In mezzo ai vetri e puoi farmi credere
Che sia perfetto anche così
Che mi ami anche così
Sbagliato
Portami a casa
E tu riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
Così sbagliato

CLICCA QUI PER TUTTI I TESTI DI SANREMO 2018

Loading...
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 7296

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi