Barbara d’Urso sanguinante e priva di sensi: le immagini esclusive sul set de La Dottoressa Giò

Barbara d’Urso sul set de La Dottoressa Giò, sconvolge i fan. Priva di sensi e sanguinante, ma solo per esigenze di copione. Queste le immagini esclusive che ha pubblicato il settimanale Gente. “Avrò tempo di riposare a 90 anni, questa serie è un pezzo della mia vita” ha raccontato l’attrice e conduttrice durante le riprese estive della fiction TV che vedremo preso in onda sulla rete ammiraglia di Casa Mediaset. Tra due settimane inoltre, proprio Carmelita tornerà con Pomeriggio 5.

Barbara d’Urso sanguinante, ecco perché

La Dottoressa Giò torna esattamente 20 anni dopo l’ultima serie e sarà uno dei pezzi forti della programmazione della fiction targata Mediaset. Ad interpretarla sarà ancora una volta una delle stakanoviste della televisione italiana. “Dopo anni di insistenze con i vertici Mediaset ho vinto io. E così il giorno dopo la finale del ‘Grande Fratello 15’ ho iniziato a girare sul set. Terminerò il 2 settembre, esattamente il giorno prima di iniziare in diretta la nuova stagione di ‘Pomeriggio Cinque'” racconta Barbara d’Urso.

“Ho conservato gelosamente tutto del personaggio, persino i costumi di scena. Come allora ho seguito il training in corsia prima di iniziare a girare seguendo parti naturali e parti cesarei, un’emozione vera” racconta ancora. Ma che risvolti avrà questa volta il personaggio della ginecologa Giorgia (Giò) Basile? “Sarà una donna moderna, aprirà un centro per difendere le donne vittime di abusi. Le mogli picchiate dai mariti le difenderei con le mie mani se solo potessi. Alla politica chiedo leggi più severe anche sullo stalking. Ma la serie non finirà qui: ci saranno anche storie che riguardano l’omosessualità e i figli di famiglie arcobaleno”.

La Dottoressa Giò, prime indiscrezioni

Perché vediamo la Dottoressa sanguinante a terra nelle immagini pubblicate da Gente? E’ presto per saperlo, perché la trama è ancora top secret ma è la stessa Barbara d’Urso a svelare qualche indiscrezione. “Accusata ingiustamente di inadempienza nei confronti di una paziente che si era tolta la vita mentre in realtà era vessata dalle violenze del marito, Giò viene assolta e ritorna in ospedale nel suo ruolo di ginecologa. Ma ha un obiettivo preciso: vuole aprire un centro antiviolenza per accogliere e aiutare le donne in difficoltà”.

Seguici e condividi!
Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.
Articolo creato 6904

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Condividi