Interviste in Tv, Silvio Berlusconi e i direttori di Tg1 e Tg2 indagati

30/05/2011 di Emanuela Longo

Sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla procura di Roma, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, insieme ai direttori del Tg1 e del Tg2, rispettivamente Augusto Minzolini e Mario De Scanzi, con l’accusa di abuso d’ufficio, in riferimento alla messa in onda di interviste al premier a campagna elettorale ormai conclusa, da parte dei due Tg in oggetto e trasmesse lo scorso 20 maggio. La denuncia è arrivata dai Radicali (firmata da Emma Bonino e Marco Cappato) che avevano sottolineato come “gli interventi di Berlusconi nei Tg siano per temi trattati e scenografia con tanto di simbolo elettorale alle spalle dei veri e propri spot elettorali assolutamente vietati nei notiziari”.

La medesima denuncia, aveva riguardato anche i direttori di Tg4, Tg5 e Italia 1 che avevano mandato in onda gli stessi messaggi.

L’iscrizione del premier e dei due direttori di Tg Rai, è da considerarsi un atto dovuto e determinato dalla denuncia presentata dai Radicali, i quali avevano asserito che “gli interventi di Berlusconi sono dei veri e propri spot elettorali, assolutamente vietati nell’imminenza del voto”.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI