Ellen DeGeneres, show accusato di razzismo da ex dipendenti: “Ambiente tossico”, ecco che succede

17/07/2020 di Valentina Gambino

Ellen DeGeneres e Portia De Rossi

Ha creato l’immagine del suo show intorno al motto “Sii gentile” ma nel backstage, invece, si nasconderebbe “un ambiente tossico e razzista”. Si è appena abbattuto un uragano sull’Ellen DeGeneres Show, uno dei programmi più seguiti d’America.

Ellen DeGeneres accusata di razzismo da ex dipendenti

La denuncia arriva da parte di 11 ex impiegati che accusano la produzione di aver creato un ambiente che va contro i principi di quanto viene espresso una volta accese le telecamere. Secondo quanto scrive BuzzFeed, menzionando gli ex impiegati che, comunque, hanno deciso di rimanere anonimi, ci sarebbero stati licenziamenti per persone assenti per malattia o per gravi motivi familiari.

Alcuni sarebbero andati via dopo commenti razzisti. Gli impiegati in questione hanno accusato i produttori esecutivi per l’ambiente creato, ma non hanno risparmiato nemmeno Ellen DeGeneres perché è suo il nome sullo show quindi credono che debba prendersene le responsabilità.

In una dichiarazione a BuzzFeed i produttori esecutivi Ed Glavin, Mary Connelly e Andy Lassner hanno detto che in quasi vent’anni e tremila episodi a cui hanno lavorato oltre mille persone hanno cercato di creare un ambiente inclusivo, aperto e sicuro:

Siamo affranti nell’apprendere che anche una sola persona nella nostra squadra abbia avuto un’esperienza negativa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Last night we had to say goodbye to our dog Wolf. He brought us so much love and joy. I hope we did the same for him.

Un post condiviso da Ellen DeGeneres (@theellenshow) in data:

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI