SANREMO 2017: Lodovica Comello con “Il cielo non mi basta”, il testo della canzone

07/02/2017 di Vincenzo Faraone

Per Lodovica Comello, la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2017 segnerà anche il suo debutto. Il brano che presenterà si intitola “Il cielo non mi basta”. Dopo l’immenso successo della serie tv amatissima dai più giovani, Violetta, e che ha segnato il suo successo mondiale e dopo “Singing in the car” su Tv8, siamo pronti ad assistere alla sua presenza anche sul palcoscenico del Teatro Ariston. Ecco a seguire il testo della canzone e le sue dichiarazioni.

LODOVICA COMELLO A SANREMO 2017 CON ‘IL CIELO NON MI BASTA’ – “Ho fatto tante esperienze ma questa è un’emozione diversa da tutte le altre. Tanti grandi della musica hanno calcato quel palco, solo il fatto di esserci è un riconoscimento, per me”, ha dichiarato la giovane artista al settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni, alla vigilia della sua partecipazione a Sanremo 2017.

Musa ispiratrice di Lodovica Comello è Elisa, anche lei friulana. Parlando poi del brano che porterà all’Ariston, ha raccontato: “«Quando l’autrice Federica Abbate me l’ha proposta me ne sono subito innamorata”. Ma di cosa parla la canzone “Il cielo non mi basta?”. E’ lei stessa a spiegarcelo tra le pagine della rivista diretta da Aldo Vitali.

LODOVICA COMELLO A SANREMO 2017 CON ‘IL CIELO NON MI BASTA’ – “È una ballata diversa dal solito, perché parla di una storia proibita tra due amanti, un rapporto intenso che vive di piccoli attimi rubati. Un sentimento folle ma romantico”, ha raccontato Lodovica Comello parlando della sua canzone. Nella serata delle cover porterà “Le mille bolle blu” di Mina: “Ma la canterò riarrangiata come un brano pop di oggi”, ha svelato.

IL CIELO NON MI BASTA

di D. Faini – F. Abbate – A. Di Martino – F. Ferraguzzo

Lascia pure che io mi avvicini un po’, quanto non so
Giusto il tempo di farci male e andare via di schiena
Ci nasconderemo al buio per non farci prendere
Dalle luci del mondo, dal rumore sordo delle macchine
Mi prenderò solo un po’ di te
Un istante di complicità
Un deserto di felicità
Che passerà e lascerà la polvere
Che come il vento ci confonderà
Respiriamo insieme questa luna piccola che muore
Ci nasconderemo bene, proveremo a vivere
Anche solo un momento, come se non esistessero le regole
Mi prenderò solo un po’ di te
Un istante di complicità
Un deserto di felicità
Che passerà e lascerà la polvere
Che come il vento ci confonderà
E anche se vuoi darmi il cielo non mi basta
Lascia pure che io mi avvicini un po’, quanto non so
Mi prenderò solo un po’ di te
Un istante di complicità
Un deserto di felicità
Che passerà e lascerà la polvere
E anche se vuoi darmi il cielo non mi basta
Il cielo non mi basta
Il cielo non mi basta

CLICCA QUI PER TUTTI I BRANI DI SANREMO 2017

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

COMMENTI