Coronavirus, Netflix e Youtube abbassano la qualità streaming: ecco perchè

20/03/2020 di Emanuela Longo

Coronavirus Netflix

Netflix e Youtube sospendono l’alta definizione del loro streaming in piena emergenza Coronavirus. In questo modo, dunque, riducono la qualità. Il motivo? Alleggerire la rete internet ed il carico di dati rispondendo a quanto chiesto dalla Commissione europea che ha chiesto loro di adottare misure al fine di far fronte al sovraccarico che l’infrastruttura internet sta affrontando dall’inizio della pandemia di Coronavirus, in un momento in cui è necessaria per i servizi sanitari, l’insegnamento online e altri usi.

Coronavirus, Netflix e Youtube sospendono l’alta definizione

Gli abbonati Netflix quasi certamente saranno i meno contenti poichè in tanti hanno scelto di pagare un prezzo maggiorato al fine di godere dell’alta definizione per poter guardare serie tv e film. L’abbonamento standard da 12 euro prevede infatti l’HD, mentre quello premium da 16 euro prevede l’Ultra HD.

Se la decisione di Netflix è giunta nella giornata di ieri, ad essa si è aggiunta nelle passate ore anche quella di Youtube. A darne l’annuncio ufficiale è stato Google e dal commissario Ue per il Digitale, Thierry Breton.

Netflix ha deciso di abbassare la qualità del proprio streaming in tutta Europa per 30 giorni alleggerendo così del 25% l’impatto del traffico sulle reti europee. Netflix ha precisato che la riduzione del ‘bit rate’ ad ogni modo “garantirà un servizio di buona qualità per i nostri abbonati”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Anche se non manda audio di 2 minuti è quell* giust*.

Un post condiviso da Netflix Italia (@netflixit) in data:

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI