Pamela Prati assente a Live Non è la d’Urso: “Quasi ricatto, chiesto decine di migliaia di euro…” – VIDEO

13/06/2019 di Emanuela Longo

Annunciata nel pomeriggio di ieri, alla fine la presenza di Pamela Prati a Live Non è la d’Urso è sfumata. In maniera ufficiosa, è stato scritto che l’ex showgirl sarda avrebbe avuto un crollo prima della puntata e, ormai molto provata, avrebbe deciso di fare ritorno a Roma. Ma la verità, raccontata con precisione da Barbara d’Urso, è del tutto differente. Dietro si celerebbero richieste ben precise della Prati e dei suoi avvocati, tra cui di carattere economico, fino a portare l’intera produzione e la stessa d’Urso a rinunciare alla sua presenza per non scendere a compromessi che sarebbero stati dettati dalla stessa Prati. Ma ecco cosa ha spiegato ieri sera la conduttrice dell’ammiraglia Mediaset.

Pamela Prati choc: tutta la verità sulla sua assenza a Live Non è la d’Urso

E’ stata Barbara d’Urso a smascherare definitivamente Pamela Prati, finora autoproclamatasi una vittima. Ieri sera, l’ex diva del Bagaglino sarebbe dovuta essere ospite a Live Non è la d’Urso, finalmente per confessare tutta la verità ed eventualmente chiedere scusa alla conduttrice ed al suo pubblico, ma così non è stato. E’ stata la d’Urso a spiegare chiaramente il motivo della sua assenza, seduta sul divano bianco sul quale l’avrebbe accolta se solo si fosse presentata.

“Pamela ha preso un treno da Roma ieri per essere qui, assieme alle sue avvocatesse. Un incontro che avevamo stabilito su richiesta delle legali stesse, specificando inoltre che questa sarebbe stata un’ospitata a titolo gratuito”, ha esordito Barbara d’Urso.

“Sono stata molto felice di darle spazio ma dopo esserci incontrate la sera prima di questa diretta, improvvisamente sono iniziate ad arrivare delle pretese piuttosto particolari: una dichiarazione scritta in cui io sarei stata chiaramente dalla sua parte, che non mi è affatto piaciuta ma sarebbe stata superabile, fino a che un messaggio successivo ha comunicato a me e alla produzione che Pamela Prati era stata prelevata dall’albergo per essere portata all’aeroporto”, ha aggiunto.

Ma a questo punto, arriva l’ennesima richiesta choc: lei sarebbe tornata indietro solo in caso di un compenso particolarmente elevato. Nello specifico, la d’Urso ha precisato: “Non vorrei parlare di ricatto, ma ci è stato detto che se non avessimo pagato una cifra molto alta, decine di migliaia di Euro, Pamela Prati non sarebbe scesa dalla macchina. Noi abbiamo deciso quindi che poteva tranquillamente non scendere dalla macchina”.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI