Cosa pensa Lorenzo Amoruso della frase di Signorini contro l’aborto detta al GF Vip

16/11/2021 di Emanuela Longo

Lorenzo Amoruso

Lorenzo Amoruso, il compagno di Manila Nazzaro, ha vissuto sulla sua pelle il dramma dell’aborto avvenuto un anno fa. L’ex Miss Italia non ha ancora superato il duro e drammatico momento e lo ha dimostrato proprio in queste ore nella Casa del Grande Fratello Vip. Ma cosa pensa l’ex calciatore della spiacevole frase pronunciata ieri sera in diretta tv da Alfonso Signorini?

Signorini contro l’aborto, Lorenzo Amoruso dice la sua

La posizione di Signorini contro l’aborto ha scatenato (inevitabilmente) nella giornata di oggi una grande bufera sui social e non solo. Endemol è intervenuta dissociandosi categoricamente rispetto alle parole del conduttore che di contro ha rotto il silenzio replicando a sua volta.

Che effetto hanno avuto le parole di Signorini su Lorenzo Amoruso? L’ex calciatore raggiunto da Fanpage.it ha replicato:

Quando ieri ero davanti alla tv e ho sentito Alfonso pronunciare quelle parole, giuro, ho pensato: “Sono sicuro che non si sia reso conto di cosa ha detto, ora sarà travolto da polemiche”. Sarò contro corrente, ma non sono d’accordo con tutto quello che gli è arrivato addosso il giorno dopo. È nato tutto da uno scherzo a Giucas, si parlava di un cane ed era un contesto burlesco. Indubbiamente è stata una caduta, anche se è vero, non è la prima volta che capita, ma è pur sempre un essere umano.

Alfonso è una persona molto acculturata e ha un’enorme sensibilità. Non lo conosco personalmente, non ho il suo numero di telefono, ma non credo proprio che lui volesse dire qualcosa di brutto e tutto quello che gli è arrivato addosso non è meritato, la gente penso debba stare più tranquilla. Se prendiamo le parole che ha usato per quello che sono, certo, tutto assume un altro valore, ma io credo che non pensasse minimamente una cosa del genere. Voglio vedere il lato buono.

Amoruso non crede onestamente che le parole del conduttore siano state dettate da un moto di sensibilità nei confronto di Manila Nazzaro ed anzi, ha aggiunto:

La donna è e resta totalmente libera di scegliere se tenere il suo bambino o meno. Ci sono casi particolari, situazioni critiche e dolorose, casi di violenza. È pur vero però che sono sempre vite spezzate… io mi trovo esattamente nella condizione opposta perché vorrei tantissimo un figlio da Manila. Sono punti di vista differenti e posso capire il dolore in entrambe le posizioni, ma penso che quella di Signorini sia stata semplicemente una défaillance, in un contesto che non c’entrava nulla con la questione dell’aborto.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI