Un’Insolita Vendemmia: gli attori di Centovetrine approdano al cinema dal prossimo 11 aprile

05/03/2013 di Emanuela Longo

La scorsa domenica, nel corso della trasmissione pomeridiana di Canale 5, Domenica Live, la conduttrice Barbara D’Urso ha accolto nel suo salotto il bellissimo attore Alex Belli, protagonista della soap opera Centovetrine, il quale ha parlato a lungo del suo recente matrimonio con la modella Katarina Raniakova. Prima di congedarsi e salutare il pubblico in studio ed a casa, però, Belli ha annunciato in anteprima un’esclusiva che farà piacere ai fans della soap e della quale già se ne era parlato qualche tempo fa: insieme ai protagonisti di Centovetrine, Alex lo vedremo presto anche sul grande schermo, dall’11 aprile, con la pellicola Un’insolita vendemmia.

Della pellicola in questione, prodotta da INSOLITA PRODUZIONI, la casa di produzione della quale è socio anche Pietro Genuardi insieme a Roberto Alpi, lo stesso Alex Belli e Daniele Carnacina (quest’ultimo produttore creativo ed esecutivo di Centovetrine), faranno parte proprio gli stessi attori della soap, tra cui Marianna De Micheli (Carol), Roberto Alpi (Ettore), Pietro Genuardi (Ivan), Alex Belli (Jacopo), Linda Collini (Cecilia), Jgor Barbazza (Damiano), Barbara Clara (Viola). Scritta e diretta da Carnacina, Un’Insolita Vendemmia può essere definita una “Commedia agrodolce o storia tragicomica”, come si legge sulla pagina Facebook dedicata al film che per ora vede in copertina un grande “Coming Soon” nell’attesa di approdare al cinema.

La trama, rimanda per certi aspetti alla stessa celebre soap di Canale 5: “Un gruppo di attori che interpretano una soap opera di grande successo, dopo dodici anni passati sul set, apprendono la probabile fine della loro serie televisiva. Decidono allora di raggiungere Roberto, il leader del gruppo, in una piccola isola paradisiaca, dove lui possiede una vigna…”. Proprio di recente, il regista e produttore ha voluto spiegare nel corso di un’intervista al sito DavideMaggio la stretta vicinanza tra il nuovo lavoro cinematografico e Centovetrine.

“Stavamo vivendo un momento personale e collettivo particolare dovuto alla possibile chiusura di Centovetrine che peraltro si inseriva in un contesto altrettanto delicato. Sentivo il bisogno di “fissare” questo momento di comunione di sentimenti e l’ho fatto raccontando la storia di un gruppo di amici, trattando temi forti che nella soap non si ha modo di sviluppare”, ha spiegato Carnacina.

Il mese di aprile, si preannuncia per i sostenitori della soap un mese importante poiché, come avevamo anticipato all’interno di questo articolo, dal prossimo 3 aprile si ritorna a girare le nuove puntate di Centovetrine, prima di vedere i suoi protagonisti al cinema.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI