Striscia la Notizia, novità Fabio e Mingo: ecco la loro verità

29/04/2015 di Emanuela Longo

Dopo diversi giorni di silenzio in merito a quello che è stato definito un vero e proprio giallo messo in atto dal Tg satirico di Antonio Ricci in onda ogni giorno su Canale 5, Striscia la Notizia, finalmente qualcosa si è mosso attorno alla vicenda che vede coinvolti i due inviati pugliesi, Fabio e Mingo. Protagonisti storici della trasmissione Mediaset, i due nei giorni scorsi sono stati sospesi da Striscia la Notizia in seguito ad un annuncio ufficiale fatto dal Gabibbo nel corso della puntata, al termine di un servizio sul caso MasterChef (QUI l’approfondimento). Ma cosa è successo realmente e perché i due inviati sono stati (momentaneamente?) sospesi? Dopo alcuni giorni di silenzio, ecco cosa hanno dichiarato i due interessati a Sorrisi.com.

Fabio e Mingo: le loro parole dopo la sospensione da Striscia la Notizia

Sono state fatte tante ipotesi più o meno veritiere in merito alla decisione di Antonio Ricci di sospendere gli inviati di Striscia la Notizia, Fabio e Mingo, senza tuttavia conoscere le reali motivazioni. Sorrisi si è recato a Bari dove nelle vicinanze dello studio di produzione dove i due inviati pugliesi lavorano, ha intercettato proprio i due inviati chiedendo loro lumi sull’ultimo ‘caso’ che li riguarda. Ecco quali sono state le loro parole.

Dopo l’iniziale sorpresa e l’intenzione di non rilasciare interviste, Mingo si è poi lasciato andare ed a Sorrisi ha dichiarato: “Francamente non ne sappiamo nulla, sono caduto dalle nuvole. Sappiamo quello che sapete anche voi e non riusciamo a metterci in contatto con Antonio Ricci né con la produzione. Non sappiamo cosa pensare, se sia una trovata di Ricci”. A detta di Sorrisi, l’inviato è apparso comunque molto sereno ed è stato lo stesso a confermarlo: “Non siamo preoccupati, se avessimo fatto qualcosa lo saremmo, invece siamo sereni”.

E’ poi toccato al buon Fabio dire la sua: “Sicuramente nei prossimi giorni qualcuno ci farà sapere qualcosa in più, ma noi non sappiamo cosa dire, non riusciamo a capire: la situazione è surreale. In questi giorni le persone ci fermano per strada e ci chiedono spiegazioni: abbiamo avuto una prova dell’affetto della gente, sono tutti dalla nostra parte”.

I motivi della misteriosa sospensione, dunque, restano al momento ignoti anche ai due diretti interessati. Non ci resta che attendere ulteriori novità.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI