Denise Pipitone, morto il nonno: nuovo dolore per Piera Maggio

26/08/2021 di Emanuela Longo

Denise Pipitone

Grave lutto per Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, la piccola scomparsa il primo settembre 2004 da Mazara del Vallo, in Sicilia. Nelle passate ore per la famiglia della donna è sopraggiunto un nuovo dolore in seguito alla morte del nonno paterno, padre di Piera. A darne notizia è stata la stessa signora Maggio attraverso la sua seguitissima pagina Facebook sulla quale ha ricevuto l’affetto dei suoi follower.

Denise Pipitone, morto il padre di Piera Maggio

Con un post, Piera Maggio ha annunciato la morte del padre, nonno di Denise Pipitone, andato via senza poter conoscere la verità sulla nipotina scomparsa. La donna ha condiviso tutto il suo dolore con coloro che ad oggi le hanno sempre manifestato grande solidarietà:

Non c’è età che tenga per l’amore dei figli per i genitori. Ciao papà.

Puntuale il sostegno di decine di utenti che hanno manifestato la loro tristezza per l’inaspettata notizia, giunta a distanza di pochi giorni dal matrimonio del fratello di Denise Pipitone, le cui foto private erano state diffuse sui social provocando nuovo sdegno.

Piera Maggio era tornata a parlare pubblicamente di Denise Pipitone solo nei giorni scorsi, come riporta Fanpage, in un intervento via Skype nell’ambito degli “Incontri del Principe” che si sono tenuti presso il Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio. In quella circostanza aveva detto:

Fin da subito la percezione è stata che chi avesse rapito Denise la conoscesse, che la volesse per una motivazione precisa, facendoci male in modo così atroce. Avere una figlia strappata così violentemente è una cosa che non auguro nessuno. Nessun genitore dovrebbe mai provarlo nella vita. Si è detto tanto in questi anni. Io ho chiesto sempre giustizia e spero che un giorno ciò avvenga. Non abbiamo mai perso la speranza di riabbracciare Denise. Un’ora dopo la sparizione io avevo già in mente dei nomi.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI