Barù critica Signorini sul caso Katia Ricciarelli: “negli Usa saresti fuck*d!”

08/01/2022 di Emanuela Longo

Barù

Oltre a non essere stata squalificata, come chiesto a gran voce fuori dalla Casa del GF Vip, Katia Ricciarelli alla fine ha anche ottenuto l’immunità nell’ultima puntata di ieri del reality. Tra i suoi inquilini Barù è stato l’unico a non concordare sulla gestione dell”affaire’ da parte del conduttore Alfonso Signorini, entrato eccezionalmente nella Casa per parlare con i suoi Vipponi.

Barù critica Signorini sulla gestione del caso Ricciarelli

Nonostante le accuse di aver pronunciato frasi razziste, omofobe e sessiste, Katia Ricciarelli è stata ampiamente graziata dal conduttore del Grande Fratello Vip, che ha obbligato Lulù Selassié a rivolgerle le sue scuse.

Il conduttore aveva quasi giustificato le esternazioni di Katia Ricciarelli, asserendo:

Anche mia madre chissà quante volte ha detto di uno straniero ‘ma che se ne tornasse al paese suo’, mica questo fa di lei una razzista.

A non pensarla in questo modo è stato però Barù che ha espresso un’opinione del tutto differente durante una conversazione con Jessica, criticando di fatto Signorini per le gestione del caso:

Non è una questione di generazione, mio nonno non avrebbe mai detto una cosa del genere, non capisco perché in Italia si facciano passare queste cose, negli USA saresti fuck*d. Cose brutte!

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI