Barbara d’Urso ricorda Nadia Toffa: “grandissima gnocca!”, ma è pioggia di critiche

14/09/2019 di Emanuela Longo

In concomitanza con il primo mese dalla morte di Nadia Toffa, Barbara d’Urso in chiusura di Pomeriggio 5, ieri ha voluto ricordare la iena 40enne bresciana scomparsa a causa di un cancro contro il quale stava combattendo da un anno e mezzo. Il suo è stato un ricordo breve anticipato prima ancora della messa in onda della pubblicità, condito da un servizio ad hoc ma che sui social ha scatenato non poche critiche per via del ritardo con il quale avrebbe dedicato il suo pensiero ad una persona che ha definito amica ma soprattutto per il linguaggio usato.

Barbara d’Urso ricorda Nadia Toffa ad un mese dalla morte

“Un mese fa, esattamente un mese fa ci lasciava una mia e una nostra amica. Aveva 40 anni ed era una gnocca pazzesca”, ha esordito Barbara d’Urso prima di lanciare un servizio su Nadia Toffa nel quale sono stati ripercorsi gli ultimi mesi prima della morte, dalla scoperta della malattia alla sua ammissione in diretta tv del cancro che l’aveva colpita.

Una volta tornati in studio, Barbara d’Urso ha dedicato altre parole alla giovane iena scomparsa il 13 agosto scorso: “Ciao Nadia e grazie per tutte le volte che sei venuta nel mio camerino con i tuoi cappelli sorridendo molte volte più di me nonostante tu stessi male. Grazie per tutte le poesie che mi hai mandato, grazie per tutte le volte che mi hai detto e chiamata tesora, con la ‘A’ maiuscola finale. Grazie, grazie di tutto. Sei veramente una grandissima gnocca”.

Il messaggio però non ha incontrato affatto il consenso del pubblico e in particolare degli “amici di Instagram” che proprio sotto al nostro post dedicato al ricordo di Barbara d’Urso si sono scatenati in commenti negativi sul linguaggio usato dalla conduttrice e non solo…

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI