Ballarò, la copertina satirica di Maurizio Crozza, puntata del 23 ottobre: il “choosy” della Fornero – VIDEO

24/10/2012 di Emanuela Longo

Ieri sera, è andata in onda sulla terza rete Rai una nuova puntata di Ballarò, il talk show politico condotto da Giovanni Floris e che ha visto affrontare nuovamente i temi caldi della settimana insieme alla presenza dei suoi ospiti in studio. In apertura, come ormai consuetudine della trasmissione, il comico genovese Maurizio Crozza ha presentato la sua nuova copertina satirica, che ha aperto con “la hit del momento” dedicata alle ultime sconcertanti dichiarazioni del ministro Elsa Fornero sui giovani, invitandoli a non essere “choosy”, “schizzinosi” in ambito lavorativo, ovvero i giovani devono accettare la prima offerta di lavoro e poi “vedere da dentro”.

Ovviamente queste dichiarazioni non sono passate inosservate neppure a Crozza, che commenta: “Fatemi capire: io vado a lavorare in un call center per 600 euro al mese e poi ‘da dentro’… ma che caz**o vedi da dentro? Ah si, vedi che fuori non puoi farti un mutuo, perchè le banche con 600 euro al mese non te lo danno un mutuo. Sarà mica che sono più schizzinose le banche?”. Poi ironizza amaramente: “La Fornero dice quello che pensa. Il problema però, non è quello che dice, è quello che pensa”.

L’attenzione si sposta poi su Scajola, ieri indagato per corruzione internazionale: “Pensa come è schizzinoso Scajola. Gli fa così schifo la corruzione in Italia, che fa di tutto per farla fuori”.

E sull’accorpamento delle province: “Dopo gli ultimi scandali, la provincia di Milano l’hanno accorpata con quella di Reggio Calabria”. E a proposito di Milano, non poteva mancare una parentesi dedicata al Processo Ruby che vede coinvolto l’ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi con, in chiusura, l’imitazione di Apicella.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI