SANREMO 2016: Noemi con ‘La borsa di una donna’ – TESTO e COVER

08/02/2016 di Vincenzo Faraone

BLOG TIVVU’, SPECIALE SANREMO 2016 – Noemi torna nuovamente sul palco del Teatro Ariston del Festival di Sanremo con ‘La borsa di una donna’: “Gli uomini sono più bravi di noi donne a descriverci”, racconta la cantante tra le pagine di Tv Sorrisi e Canzoni, per poi aggiungere: “Sono imparziali, puntuali, colgono nel segno e, proprio come uno specchio, non fanno sconti”. Noemi torna a Sanremo per la quarta volta dopo il 2010, 2012 e 2014.

NOEMI A SANREMO 2016 CON ‘LA BORSA DI UNA DONNA’ – Noemi sarà a Sanremo 2016 con ‘La borsa di una donna’: “E’ un pezzo che racchiude gli ultimi sei anni della mia vita: sento che mi rappresenta al 100% come artista e spero che sia l’inizio di una nuova fase nella mia carriera. Gli autori hanno capito che dalla borsa di una donna si può capire tanto, dentro c’è tutta la sua vita, ci sono le sue emozioni, le cose a cui tiene… ma anche quelle che non riesce proprio a buttare via”.

NOEMI A SANREMO 2016: ECCO LA COVER – A Sanremo 2016, durante la serata di venerdì dedicata alle cover, Noemi canterà ‘Dedicato’, brano di Loredana Bertè del 1978, il brano porta la firma di Ivano Fossati.

Foto Credit: © PIGI CIPELLI 2016

La borsa di una donna

di M. Adam – A. Iammarino – M. Masini – M. Adami – A. Iammarino / Ed. Warner Chappell Music Italiana/Red Sap Music/Joe & Joe – Milano – Roma

La borsa di una donna pesa come se ci fosse la sua vita dentro
Tra un libro che non vuole mai finire ed altri trucchi per fermare il tempo
C’è la sua foto di un anno fa che ha messo via perché non si piaceva
Ma a riguardarla adesso si accorge che era bella ma non lo capiva
La borsa di una donna riconosce le sue mani e solo lei può entrare
Nascosto in una tasca c’è quel viaggio che è una vita che vorrebbe fare
Milioni di scontrini, l’inutile anestetico del suo dolore
E stupidi sensi di colpa per quel desiderio di piacere
E se ci trovasse quei giorni
Di carezze fra i capelli
Lei per due minuti soli
Pagherebbe mille anni
Anni spesi per ritrovare
Le cose che qualcuno è riuscito a smarrire
La voglia di sorridere, di perdonare
La debolezza di essere ancora
Come la vogliono gli altri
La borsa di una donna non si intona quasi mai con quel che sta vivendo
Nasconde il suo telefono gelosa di qualcuno che la sta chiamando
Vicino alle sue chiavi la solita ossessione di scordarle ancora
E in quel disordine apparente la paura di restare sola
La borsa di una donna che può rivelare i suoi segreti in un momento
E forse nella tua distrattamente la sua vita c’è rimasta dentro
Tu che pensavi che ci fosse rimasto un po’ di spazio per un altro amore
Invece nella borsa di una donna non c’è posto per dimenticare, dimenticare…
E vai dove ti porta il cuore, si…
Un ritaglio dentro la patente
Ci sei stata mille volte ma
Non ci hai mai trovato niente
Niente che ti aiuti a capire
Il senso di una sera che non sa meravigliare
Il senso del tuo ricordare e progettare
Scordandoti di vivere adesso
Adesso che si alza un vento che spazza le nuvole
E che si porta via gli inverni
La polvere, i dubbi e i miracoli
Aspettati mille anni
Anni spesi per ritrovare
Le cose che qualcuno è riuscito a smarrire
La voglia di sorridere, di perdonare
La debolezza di essere ancora
Come ti vogliono gli altri
La borsa di una donna pesa come se ci fosse la mia vita dentro

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTI I TESTI DI SANREMO 2016

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

COMMENTI