Naya Rivera, dichiarata “presunta morte”: da ora si cerca il corpo

09/07/2020 di Emanuela Longo

Naya Rivera

Sulle sorti della star di Glee, Naya Rivera, non si hanno più notizie dopo una nuotata nel lago Piru della California. In queste ore la polizia di Los Angeles ha già dichiarato la “presunta morte” spegnendo in questo modo le speranze di poterla ancora trovare in vita. Questo cambia anche il modo in cui lo stesso dipartimento si occuperà del caso. A distanza di 48 ore dalla sua sparizione, parlando dell’attrice non si farà più riferimento alle operazioni di soccorso bensì di recupero del corpo.

Naya Rivera, polizia dichiara “presunta morte”

Potrebbe avere un epilogo drammatico il caso della 33enne Naya Rivera, scomparsa durante una gita in barca con il figlio di 4 anni, Josey Dorsey. La mancata riconsegna dell’imbarcazione presa in affitto ha rappresentato il campanello d’allarme che ha fatto scattare le ricerche da parte dello staff del noleggio. Una volta uscito a cercare madre e figlio, hanno compiuto la scoperta choc: a bordo della barca hanno rinvenuto solo il bambino, da solo, ma non la madre.

Proprio il figlio dell’attrice Naya Rivera, ha raccontato alla polizia di essere andato a nuotare con la madre anche se quest’ultima non sarebbe poi più tornata indietro. L’ipotesi è che la donna possa essere annegata e che il figlio non si sia accorto di nulla.

Dopo l’allarme, come riporta Reuters, c’è stata una vasta operazione di ricerca da parte dell’ufficio dello sceriffo della Contea di Ventura con l’aiuto di elicotteri e sommozzatori. Le speranze di ritrovarla viva sono ormai ridotte al minimo.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI