Annozero: Scacco al Premier

24/09/2010 di Davide Longo

La Crisi è cominciata: questo lo si capisce chiaramente dalla puntata di giovedì di Annozero, con la quale Santoro apre una nuova stagione del fortunato programma. L’argomento della prima parte della puntata è stato il “Caso Tulliani”. Ma facciamo chiarezza: il genero di Fini, Giancarlo Tulliani, possiede una casa di settanta metri quadri a Montecarlo. Questa casa era del Partito di AN, il cui leader era appunto Gianfranco Fini, ma era stata venduta a Tulliani a un prezzo piuttosto basso, e pare utilizzando delle società off-shore per trasferire il capitale. Queste società off-shore si trovano a St. Lucia, un’isoletta indipendente dei Carabi, nonché paradiso fiscale. Fini e Tulliani smentiscono l’utilizzo di queste società nella transazione, e dunque negano che sia stato commesso reato.

Silvio Berlusconi invece insinua il dubbio, e i suoi giornali, i suoi media, hanno iniziato una vera azione di killeraggio mediatico nei confronti del leader di Futuro e Libertà. A questo punto compare, come per magia, una lettera del Ministro della Difesa di St. Lucia, indirizzata all’amico Silvio Berlusconi, in cui si afferma che effettivamente la transazione c’è stata. Ma questo dossier sembra fasullo: infatti il sigillo apposto sulla carta è in parte diverso da quello usato a St. Lucia; e poi perché un ministro di uno Stato dovrebbe ammettere un reato di evasione fiscale, condannando l’economia del suo Paese che è basata totalmente sull’evasione? Mistero. Ma a quanto pare l’autore di questo dossier (che pare proprio essere fasullo) è un certo Valter Lavitola, un forzista della prima ora, direttore dell’Avanti! Che negli ultimi mesi ha fatto dei viaggi con Berlusconi, guarda caso, proprio nei Caraibi. Alla magistratura il compito di verificare l’effettiva sussistenza di reato.

Ma a questo punto nella seconda parte del programma viene affrontato il problema politico che emerge da tutta la faccenda, e cioè: dopo il sopraccitato atto di killeraggio operato dai Berluscones, Fini darà ugualmente la fiducia al Governo? Segue, naturalmente, un’articolata discussione politica che invitiamo i lettori a rivedere sul sito www.annozero.rai.it.

Un’ultima considerazione: è normale che in un paese democratico il premier si occupi, direttamente o meno, di fabbricare dossier falsi sui suoi nemici? Ricordiamo, per chi ha poca memoria, il caso Telecom Serbia, Mithrokin e Dino Boffo. Anche in questi casi una certa classe politica, appartenente una certa area ideologica, si è mostrata antidemocratica in modo inquietante: a me sembra che si respiri tanto aria da dittatura (anti)democratica.

COMMENTI