Adriano Celentano, dedica a Ilaria Cucchi: “Il vostro nemico è l’odio”

29/11/2019 di Emanuela Longo

Adriano Celentano

Un momento toccante, quello che si è registrato ieri sera durante la puntata di Adrian, lo show di Adriano Celentano andato in onda su Canale 5 nel quale il Molleggiato ha voluto prendere le difese di Ilaria Cucchi. La donna è la sorella di Stefano Cucchi, il giovane geometra 31enne fermato a Roma per droga il 15 ottobre 2009 e morto all’ospedale Pertini una settimana dopo. Ilaria si è battuta per 10 lunghi anni affinché la verità venisse a galla e il fratello potesse avere giustizia. Dopo le condanne non sono però mancati gli insulti indirizzati proprio ad Ilaria.

Adriano Celentano dedica a Ilaria Cucchi “L’emozione non ha voce”

Adriano Celentano ha deciso di esporsi pubblicamente prendendo le difese di Ilaria Cucchi contro chi l’ha offesa sui social in seguito alla condanna dei due carabinieri per omicidio preterintenzionale del fratello Stefano e in particolare dopo la denuncia per diffamazione contro Matteo Salvini.

Coloro che minacciano di morte la sorella di Stefano Cucchi non si rendono conto di quale portata è il rischio che loro stessi stanno correndo. Come fate a non capire che siete voi a vendere la vostra vita. Il vostro vero nemico non è lei o chi invoca la giustizia ma l’odio che avete dentro di voi e che vi sta divorando. Sarebbe bello che scriveste una lettera a Ilaria. Non una lettera di scuse, ma una lettera d’amore.

Quindi Celentano ha voluto dedicare a Ilaria Cucchi la canzone “L’emozione non ha voce”. Una dedica che ha colpito i telespettatori ma anche la stessa donna, la quale ha replicato su Facebook con un commento breve ma commosso:

Grazie Adriano Celentano per le tue parole e per aver dedicato a me la tua bellissima canzone. Stasera mi sento di dire solo questo.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI