Roberto Rao (Udc) su Vieni via con me: “La qualità può coincidere con grandi ascolti”

12/11/2010 di Simone Morano

Roberto Rao

Si può fare tv di qualità senza rinunciare agli ascolti. È questa l’opinione espressa da Roberto Rao, capogruppo dell’Udc in Commissione di Vigilanza Rai, in relazione alla trasmissione Vieni via con me di lunedì sera su Raitre.

Spiega Rao:

Il successo di ascolti della trasmissione di Fazio e Saviano è la conferma che la Rai può e deve fare una tv di qualità e ottenere ascolti altissimi. È comunque vero che per questo successo gli autori devono anche ringraziare la grande pubblicità suscitata dalle polemiche innescate dal direttore generale della Rai, Masi, che nelle ultime settimane hanno generato una spasmodica attesa per questo evento televisivo. Certamente audience non sempre significa gradimento di tutti, e qualche eccesso, ad esempio nell’esibizione di Roberto Benigni, c’è stato.

Ma, prosegue l’esponente dell’Udc,

la trasmissione è stata comunque di indubbio valore e il monologo di Saviano sul Tricolore e sul significato dell’Italia unita è stato particolarmente suggestivo, con un richiamo molto forte all’unità nazionale. Va inoltre espressa riconoscenza a Benigni e al Maestro Abbado per aver partecipato gratuitamente a questo appuntamento. Il direttore generale Masi, a questo punto, farebbe meglio a rivedere il suo annunciato proposito di abolire a gennaio questa e altre trasmissioni di successo, solo perché poco gradite a qualcuno. Il pluralismo non si conquista con l’eliminazione dei punti di vista diversi dal proprio ma, eventualmente, con l’ampliamento del palinsesto con programmi di altrettanta qualità e con un approccio culturale differente.

Il presidente della Rai Paolo Garimberti aggiunge:

Gli ascolti hanno premiato la qualità di una pagina di televisione che solo la Rai poteva offrire al suo pubblico.

COMMENTI