Cos’è il comodino gate? Come è nato, cosa significa e perché Andrea Zelletta ha pianto al GF Vip

13/10/2020 di Emanuela Longo

Andrea Zelletta, comodino gate

Dopo l’Ares Gate è già tempo di Comodino Gate al GF Vip. Nella puntata di ieri si è spesso sentita la parola “comodino”, frutto di un perfido gioco che nei giorni scorsi il GF ha avviato per tentare di accendere gli animi all’interno della Casa, riuscendoci in pieno. Una semplice parole, “comodino” appunto, è stata adottata come insulto al punto da far piangere Andrea Zelletta. Ma cos’è realmente e come è nato il comodino gate?

Comodino gate, cos’è e cosa significa

Tutto ha preso il via in seguito ad una sfida avviata dagli autori del GF Vip e che nei giorni scorsi ha coinvolto i concorrenti. Muniti di macchina fotografica i gieffini sono stati invitati a scattare dei selfie da pubblicare sulla pagina Instagram del reality di Canale 5. Obiettivo? Arrivare ad almeno 50 mila like. Una meta ampiamente raggiunta dal momento che di like ne sono arrivati oltre 500 mila.

Tra i vari commenti arrivati, gli autori ne hanno selezionato tra i quali spunta quello de Il Menestrelloh (Marco Marfella) che sotto la foto che immortalava Andrea Zelletta e Francesco Oppini scriveva: “Io vedo un comodino in questa foto”. Un commento che non è affatto piaciuto all’ex tronista di Uomini e Donne che ha subito respinto l’offesa: “Io non mi sento un comodino”. Parola sulla quale ha però riflettuto fino alla puntata di ieri.

Ma cosa significa di fatto “essere un comodino”? In generale si fa riferimento ai concorrenti poco inclini ad esporsi nella casa e a creare dinamiche, forse per paura di essere nominati o del giudizio da fuori. La loro presenza, dunque, può addirittura essere indifferente. Se Andrea Zelletta avrebbe aperto le danze, l’appellativo di “comodino” si sarebbe poi esteso ad altri gieffini tra cui Pierpaolo Pretelli, Enock, Matilde Brandi e Massimiliano Morra.

Anche ieri sera il comodino gate è stato centrale nel corso della puntata. “Volevo salutare il comodino Andrea, ciao comodino”, ha asserito in tono provocatorio Franceska Pepe dallo studio, facendolo scoppiare in lacrime non prima di aver replicato: “Sei una grande maleducata! Sei malvagia e inutile. Stai zitta sfigata!”.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI