Andrea Zelletta è un “comodino”? Natalia Paragoni non ci sta e interviene

12/10/2020 di Emanuela Longo

Andrea Zelletta

Il perfido gioco del “comodino” lanciato dal GF Vip per surriscaldare l’atmosfera nella Casa ha sortito gli effetti desiderati e la definizione è andata stretta a più di un concorrente ma anche fuori dalle mura del reality, a partire da Natalia Paragoni. Ad essere compito nel centro, tra gli altri, anche il fidanzato Andrea Zelletta, che non ha affatto gradito l’appellativo di “comodino” entrando in polemica e sostenendo, di contro, di avere carattere.

Natalia Paragoni difende Andrea Zelletta

Dopo aver tentato – fallendo – una sorpresa al fidanzato Andrea Zelletta, urlando fuori dalla Casa del GF con tanto di megafono (QUI per saperne di più e vedere il video), Natalia Paragoni è dovuta intervenire sui social per prendere le difese del ragazzo e mettere a tacere i tweet ironici nati dopo il “comodino gate”.

Dovreste averlo notato in queste settimane, non mi sono esposta più di tanto né davanti ai complimenti, né davanti alle critiche perché trovo e credo sia giusto lasciare farad Andrea questa fantastica esperienza che è completate sua e della quale io nel mio piccolo faccio parte in quanto sua fidanzata… Però adesso basta, stiamo parlando di un reality e come tale dovrebbe essere preso, non come ‘lavoro’. Sto vedendo da giorni un accanimento che trovo davvero fuori luogo e eccessivo, qualsiasi cosa dica o faccia Andrea viene preso di mira, quando l’unica cosa che vedo è semplicemente un ragazzo che si comporta dentro la Casa come farebbe fuori dalla Casa… certo, può piacere e non piacere, ma ad attaccarlo in continuazione sulla base del nulla, proprio NO.

La Paragoni ha poi proseguito nella sua difesa del fidanzato spiegando come è realmente Andrea Zelletta:

Se uno non litiga costantemente con qualcuno non vuol dire che sia un ‘comodino’ o che non abbia un pensiero, semplicemente magari non è quel tipo di persona che si mette in mezzo a cose che non lo riguardano e non è l’unico ad adottare questo tipo di comportamento… È semplicemente una questione di carattere. Mi dispiaccio perché io lo conosco, so che non è una persona finta come qualcuno cerca di farlo passare, è se stesso e questo probabilmente può non andare bene ai fini del gioco o di chi sa giocare… ma ribadisco, un reality per me significa far vedere davvero se stessi e se questo deve essere una colpa allora forse non ho capito molto io… Un grazie, invece, a chi da fuori continua a sostenerlo e a mandare messaggi positivi.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI