Truffe all’Inps: mamma di Arisa tra i falsi invalidi? La donna indagata

24/09/2019 di Emanuela Longo

Risulta anche il nome della mamma della cantante Arisa tra coloro finiti nel registro degli indagati nell’ambito dell’operazione “Il canto delle sirene” in merito alle truffe ai danni dell’Inps messe a punto da parte di falsi invalidi. La notizia, come riferisce l’agenzia di stampa Ansa, è stata anticipata questa mattina dalla trasmissione Mattino Cinque e troverebbe conferma anche presso gli ambienti giudiziari di Potenza. Nella giornata di ieri l’inchiesta avviata dalla Procura di Potenza ha portato a cinque arresti domiciliari e a 40 indagati.

Truffe all’Inps, anche la mamma di Arisa indagata

La presenza della mamma di Arisa tra i presunti falsi invalidi individuati dall’inchiesta avviata a Potenza sta facendo in queste ore molto scalpore. La donna, Assunta Santarsiero, 62 anni, è residente e Pignola, piccolo centro in provincia di Potenza. In una nota di Mediaset ripresa da Il Mattino si legge che “in merito all’inchiesta dei falsi invalidi di Potenza è stata data la notizia che tra gli indagati c’è anche la mamma della cantante Arisa”.

Dalle prime indiscrezioni trapela che la mamma di Arisa avrebbe truffato l’Inps per un totale di 24 mila euro e per questo è indagata a piede libero nell’ambito dell’inchiesta in corso che ha svelato un giro di compravendite di attestati di invalidità e falsi certificati medici.

Nel video diffuso dalla questura in seguito all’operazione si vede una signora mentre si dedica al giardinaggio. Si tratta proprio della mamma di Arisa. La signora avrebbe percepito dal 2017 un’indennità di accompagnamento di 805 euro mensili. Secondo quanto rivelato da Angela Camuso su Fanpage, si era sottoposta ad una visita da un medico nominato dal tribunale, e all’udienza si era presentata in sedia a rotelle asserendo di non essere più in grado di camminare. Particolare a quanto pare smentito dopo essersi tradita dalla passione per il pollice verde.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI