Silvio Berlusconi in Tv fra proteste ed intervento della Rai

28/12/2012 di Vincenzo Faraone

Silvio Berlusconi continua a campeggiare sul nostro piccolo schermo. Proprio tale situazione ha portato all’intervento da parte di un gruppo di parlamentari democratici, che qualche giorno fa si è rivolto all’Agcom al fine di avere “una fotografia dettagliata e comparativa della presenza tv dei principali leader politici, che saranno impegnati nelle prossime elezioni”, avvenuta negli ultimi giorni, sottolineando la “straripante presenza televisiva e radiofonica di Silvio Berlusconi in quest’ultimo periodo”.

Dopo le numerose interviste a Barbara D’Urso, Massimo Giletti e Bruno Vespa, l’ex presidente del Consiglio ha proseguito la sua maratona televisiva, ma in merito la Rai è stata costretta ad intervenire, facendo pubblicamente sapere quali saranno le sue intenzioni future:

In una ottica di equilibrio precedente alla ‘Par Condicio’ la Rai offrirà analoghi spazi di comunicazione ai leader di altre formazioni politiche.

Intanto, per questa sera è prevista una nuova intervista all’interno dell’edizione delle 20:00 del Tg1, mentre il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, in una lettera al presidente della commissione parlamentare di Vigilanza Rai Sergio Zavoli, avrebbe fatto sapere il suo rifiuto in merito alla partecipazione dell’ex premier ad una nuova puntata in prima serata di Porta a Porta e ad un’intervista per una rubrica sportiva.

Nonostante questo, il Cavaliere non sembra volersi affatto tirare indietro, tanto da dichiarare:

Da quando ho iniziato sono andato in tv pochissime ore rispetto alla sinistra. In 15 giorni siamo andati su di 8 punti e mezzo circa. Ci sono ancora 60 giorni e  puntiamo al 40% dei voti.

Amante dello sport, mi piace guardarlo e scriverne. Amo il calcio e la F1.

COMMENTI