Ruzzle conquista anche Gerry Scotti: “Presto in tv. Sto già lavorando al progetto”

18/01/2013 di Emanuela Longo

Negli ultimi giorni, la Ruzzle-mania ha coinvolto davvero tantissimi utenti possessori di smartphone, grazie all’app gratuita sia per dispositivi Android che iOS, Ruzzle per l’appunto, che ormai ha coinvolto anche personaggi noti, alle prese con il giochino che richiede di comporre il maggior numero di parole grazie alle lettere a disposizione, nell’arco di due minuti di tempo, permettendoci di sfidare in tempo reale i nostri amici o altri utenti casuali impegnati insieme a noi nel divertente rompicapo.

E mentre undici milioni di utenti si sono già attivati nella ricerca di parole da comporre su Ruzzle, c’è già chi, nel nostro Paese, sta pensando di portare il gioco dal display degli smartphone a al piccolo schermo. Si tratta di Gerry Scotti, celebre conduttore di numerosi game show di successo, che in un’intervista a TgCom24 ha rivelato:

Abbiamo già contattato la società che produce Ruzzle per trasformarlo in un nuovo format. In questo periodo in cui l’idiozia pare dominare, un gioco che usa le parole non può che fare bene a tutti.

Gerry ha confessato di non essere molto affascinato dalla vita virtuale, preferendo parlare dal vivo con la gente, guardandola in faccia, eppure, è stato affascinato dalle modalità del giochino, che permette di sfidare anche utenti sconosciuti attraverso la scelta casuale del giocatore tra coloro disponibili online nello stesso momento in cui noi giochiamo. In merito al moderno paroliere e all’idea di trasformarlo in gioco televisivo, dunque, Gerry ha dichiarato:

Assomiglia maledettamente ai miei due giochi del cuore: i cruciverba e il quiz televisivo ‘Paroliamo’. Penso che si possa sviluppare in tv, per questo sto già lavorando al progetto. Potrebbe diventare una gara a due o a quattro concorrenti, vediamo.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI