Ospiti della puntata di sabato di “Che tempo che fa”: Ferruccio De Bortoli e Alberto Angela

14/03/2010 di Simona Cocola

Ospiti, tra gli altri, del sabato sera di “Che tempo che fa”, Massimo Gramellini, Ferruccio De Bortoli ed Alberto Angela.

Il vicedirettore del quotidiano La Stampa, tra notizie di politica e par condicio, riporta all’attenzione del pubblico i bambini, ricordando la vicenda del ragazzo rom di 13 anni, morto qualche giorno fa bruciato vivo in un campo nomade abusivo, oltre allo scandalo dei preti pedofili. “I bambini vengono prima” dichiara Gramellini, che prosegue con le notizie della settimana, mettendo al primo posto il caso dei magistrati di Trani, i quali hanno intercettato le telefonate tra uomini della televisione pubblica ed il premier Berlusconi sulla possibile chiusura della trasmissione “Annozero” di Michele Santoro.

Continuando sul tema del dibattito politico, in vista delle prossime elezioni in 13 regioni italiane, Fabio Fazio chiacchiera con Ferruccio De Bortoli, direttore de Il Corriere della Sera, ricordando la questione della chiusura dei programmi di politica in tv, in vista della campagna elettorale.

C’è un’idea di sazietà di informazione, a cui sembra ci si sia rassegnati con questa scelta di chiudere i programmi televisivi che parlano di politica,

afferma De Bortoli. Il direttore ritiene essere un sopruso ciò che sta accadendo e si augura di tornare quanto prima alla normalità, citando anche il ricorso fatto al Tar per non oscurare tali programmi.

Sul web queste regole non valgono, sulla rete nulla è proibito. Bisogna che ci sia libertà di stampa per dare buone informazioni e far crescere meglio un paese,

conclude il giornalista.

Alberto Angela, paleo-antropologo, divulgatore scientifico, autore e conduttore di Passaggio a Nord-Ovest, SuperQuark e Speciale SuperQuark, torna su Raitre con Ulisse – il piacere della scoperta – trasmissione che celebra quest’anno i dieci anni di vita. Figlio del mitico Piero Angela, Alberto discute con Fazio di gemelli e sosia, argomento misterioso ed affascinante, che suscita una certa curiosità in molte persone.

In chiusura di programma torna Antonio Albanese, che rimane nella sfera politica con il personaggio, da lui soprannominato, Cetto Laqualunque.

COMMENTI