Marta Zoffoli de I Cesaroni: “Da bambina ero una star della tv e del cinema”. Ve la ricordavate?

06/11/2010 di Simone Morano

Marta Zoffoli

Quanti di voi sapevano che Marta Zoffoli, la psicologa Emma dei Cesaroni, negli anni Ottanta era una baby-attrice richiestissima da cinema e televisione?

Marta ha ripercorso la propria carriera in un’intervista a Elena Buonanno sulle pagine di Grand Hotel.

Quando mi trovai per la prima volta davanti alla macchina da presa avevo solo tre anni. Mio fratello Matteo, di sei anni più grande di me, era stato scelto per partecipare a uno sceneggiato della Rai. Entrambi i miei genitori lavoravano, e quindi non potevano seguirlo: perciò l’affidarono a un’agente. Quando questa entrò in casa, vide anche me, e propose di mandarmi in tv: divenni la protagonista di uno spot di pannolini.

Potrebbe essere un episodio isolato, invece è l’inizio di una carriera.

A quattro anni recitai nello sceneggiato “Il maestro e il violino”, accanto a Domenico Modugno. In seguito feci altri lavori televisivi con Paola Borboni, Anna Proclemer, Delia Scala e Renzo Palmer.

Nel 1981, poi, arriva addirittura il Festival di Cannes, grazie alla partecipazione al film Tre fratelli, di Francesco Rosi.

Ero alla reception dell’hotel dove stavamo, quando mi si avvicinò un uomo dallo sguardo magnetico, che mi pronosticò una brillante carriera. Io non avevo idea di chi fosse, poi mia madre mi rivelò che si trattava di Jack Nicholson.

Dopo una pausa per finire le superiori, Marta sceglie definitivamente la strada della recitazione. Ora possiamo ammirarla nei Cesaroni, per i quali, racconta, è stata scelta direttamente da Claudio Amendola:

Dopo aver visto il mio provino, disse: E’ inutile cercare ancora, prendiamo lei, è brava e bella.

COMMENTI