Damante e Giulia De Lellis, nuova bomba di Lidia Vella: “Potevo far parlare di me e Andrea…”

06/04/2020 di Valentina Gambino

Lidia Vella ha nuovamente espresso il suo punto di vista sul ritorno di fiamma tra Andrea Damante e Giulia De Lellis, puntando il dito verso l’ex tronista di Uomini e Donne. Dopo avere smentito di essere in cerca di visibilità, l’ex gieffina ha parlato della coppia in onda su Radio Radio durante “Non succederà più”.

La nuova bomba su Andrea Damante e Giulia De Lellis
La nuova bomba su Damante e Giulia De Lellis

Le precedenti dichiarazioni di Lidia Vella

Non me l’aspettavo un ritorno del genere. Se così dovesse essere toglierò subito il “segui” su Instagram a Giulia. Per carità, nella vita ognuno può fare quello che vuole, ma sinceramente tornare indietro in una relazione che ti ha portato sofferenza e tradimento… Non è bello come esempio, considerato che è seguita da molte ragazze. Ho iniziato a seguirla quando si è lasciata con Andrea Damante, quindi se torneranno insieme toglierò il mio segui.

Gli indizi? Non sono cose fatte a caso e per sbaglio. Giulia sa benissimo di avere fan che controllano ogni sua minima mossa. Questi sono messaggi subliminali.

Questa cosa che non smentiscono è chiara: sono tornati insieme. Se io non sto con il mio ex la smentisco subito.

La nuova bomba su Andrea Damante e Giulia De Lellis

Andrea e Giulia vogliono mettere su famiglia ora? Non lo spero per Giulia. L’esperienza mi ha insegnato che chi nasce tondo non muore quadrato. Non è solo un detto ma realtà.

Parlo così perché ho visto determinate cose con i miei occhi. Per chi si è permesso di dire che ho parlato dei Damellis solo per visibilità vorrei rispondere che io avrei potuto far parlare di me e di Damante già due anni fa. Cose che però non avrebbe senso dire ora visto che lei ha perdonato tutto.

È impazzita a lasciarci così?

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI