L’anoressia di Adua Del Vesco: si è ammalata per la “setta”? Le parole su Teodosio Losito

25/09/2020 di Valentina Gambino

L’anoressia di Adua Del Vesco

Adua Del Vesco si è ammalata di anoressia per colpa della “setta”? L’attrice e concorrente del Grande Fratello Vip, intervistata da Silvia Toffanin durante Verissimo dello scorso anno (marzo 2019), aveva raccontato, in dettaglio, il suo dramma.

Adua Del Vesco e l’anoressia: si è ammalata per colpa della “setta”?

Mi sono ritrovata in un tunnel oscuro e purtroppo quando me ne sono accorta era un po’ troppo tardi. Sono arrivata a pesare 32-34 chili. Ho rischiato la vita perché gli organi potevano smettere di funzionare da un momento all’altro, però non mi rendevo conto di quello che stavo rischiando. Anche perché forse morire era la mia volontà in quel momento. Passavo le mie giornate a letto a guardare il soffitto, non riuscivo a fare niente.

Provavo la sensazione di morire da un momento all’altro. È bruttissimo, ma pensavo che quello fosse il mio destino. Sono caduta in una profonda depressione che mi ha portato a questo. Sono stati i miei genitori a farmi capire che stavo molto male, io negavo. Quando l’ho fatto ho chiesto aiuto e ho trovato una struttura in Sicilia.

A Silvia Toffanin, Adua Del Vesco ha svelato i motivi che l’hanno portata ad ammalarsi:

Cercavo una perfezione estetica che non esiste e che mi stava portando alla morte. Poi, ero molto insicura e volevo assomigliare a molte ragazze che si vedono sui social, che sono tremendamente magre ma non sono sane. Questa malattia ti cambia tantissimo e ti fa diventare una persona che non sei. Ero priva di sentimenti: se vedevo mia madre piangere non provavo niente, ero diventata egoista e mi interessava solo di me stessa. Però questa esperienza mi ha reso una donna più forte e matura.

Sarà una casualità ma, all’inizio di questo momento difficilissimo si era aggiunto un grave lutto per Adua, la morte dello sceneggiatore Teodosio Losito, suo grande amico, che si è tolto la vita nel gennaio 2019:

Lui è stato uno dei primi a credere in me. Durante questo percorso è stato un padre e un fratello. Sento molto la sua mancanza. Per qualunque cosa era il mio consigliere, un grande aiuto per guarire dalla malattia. È stato uno dei primi ad accorgersene. Non mi aspettavo si togliesse la vita. Per un periodo mi sono anche sentita in colpa per non aver capito la sua sofferenza e per non averlo aiutato. Però non ha mai dato nessun segnale.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI