Il caso Enzo Tortora. Dove eravamo rimasti?, stasera e domani su RaiUno, la mini fiction con Ricky Tognazzi e Bianca Guaccero – FOTO

30/09/2012 di Emanuela Longo

Prenderà il via questa sera sulla prima rete Rai, la fiction in due puntate coprodotta da Rai Fiction – Italian International Film, diretta e interpretata da Ricky Tognazzi, Il caso Enzo Tortora. Dove eravamo rimasti?. La miniserie, liberamente tratta dai libri “Applausi e sputi – Le due vite di Enzo Tortora” di Vittorio Pezzuto e “Fratello segreto” di Anna Tortora, narra le vicende giudiziarie ma anche l’aspetto più intimo e personale di Enzo Tortora, uno dei volti più celebri della televisione italiana degli anni ’80, volto del popolare Portobello.

Il 17 giugno del 1983, Tortora fu arrestato con la pesante accusa di associazione a delinquere di stampo camorristico. Nessuna prova contro di lui, ad eccezione delle testimonianze di alcuni pentiti. Da quel giorno, per il celebre conduttore iniziò un vero e proprio incubo durante il quale Tortora impiegò tutte le sue forze per dimostrare la sua estraneità ai fatti, lottando anche con l’indifferenza e i dubbi di coloro che fino a poco tempo prima si erano dichiarati suoi amici.

La sua battaglia, Enzo riuscì a vincerla, fino alla sua completa assoluzione, eppure, l’odissea che fu chiamato a vivere lasciò dei segni profondi nella vita del presentatore, il quale si ammalò, morendo poi dopo due mesi dalla sentenza della Cassazione.

Tognazzi, nella fiction in onda da stasera su RaiUno, coprirà il doppio ruolo di registra e protagonista. In merito al suo lavoro, ha commentato sulle pagine del Tv, Sorrisi e Canzoni:

Fare un film su questo caso è un modo per parlare sia della vicenda umana di Tortora sia dei problemi della giustizia italiana. Il suo caso è emblematico, per questo non va dimenticato e va fatto conoscere a chi allora non era ancora nato.

Bianca Guaccero veste i panni dell’ultima compagna di vita del noto conduttore, Francesca Scopelliti, mentre Carlotta Natoli sarà l’amata sorella di Tortora, Anna, una donna forte e determinata che non lo abbandonerà mai. La figlia maggiore Silvia è interpretata da Eugenia Costantini, mentre Thomas Trabacchi è l’avvocato Della Valle e Luigi la Monica l’avvocato Dall’Ora. E ancora, due compagni di cella di Tortora sono interpretati da Tony Sperandeo (Siciliano) e da Francesco Venditti (Ruggero). Mariano Rigillo veste i panni del Presidente Di Leo ed Enzo Decaro, invece, dà volto e corpo al giudice Marini, i magistrati del processo d’appello che nel settembre 1986 emisero quella sentenza di assoluzione che restituì a Tortora la libertà e la dignità perduta.

La sceneggiatura vede la firma di Giancarlo De Cataldo, Monica Zapelli e Simona Izzo, il cui lavoro è durato circa nove mesi.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI