Gossip Tv, Eleonora Giorgi: “Lascio tutto e mi chiudo in convento. Molestie? So cosa significa”

05/01/2018 di Emanuela Longo

La popolare attrice Eleonora Giorgi sta vivendo una fase particolare della sua vita nella quale sente sensazioni ed esigenze diverse, quali il desiderio di un maggiore raccoglimento. L’ex moglie di Angelo Rizzoli e Massimo Ciavarro ne ha parlato a cuore aperto tra le pagine del settimanale Spy, al quale ha dichiarato: “Sento molto forte il bisogno di raccoglimento per il quarto tempo della mia vita. Ho passato molte notti a cercare sul web i conventi migliori, mi piacerebbe condividere il mio futuro con persone che hanno la mia stessa aspirazione”.

Eleonora Giorgi, le dichiarazioni su Spy

Eleonora Giorgi ha lasciato tutti di stucco in quanto, nel suo desiderio di trasferirsi in un convento c’è anche quello di lasciare il mondo dello spettacolo: “E’ una possibilità lontana, ma arriverà il momento in cui lascerò tutto”, ha dichiarato tra le pagine del settimanale, in edicola da oggi con il suo nuovo numero.

La Giorgi, nell’ambito della medesima intervista si è esposta ed ha detto la sua anche sul delicato tema delle molestie nel mondo del cinema. In merito ha dichiarato: “Mi ha sconvolta la misoginia di quelle donne che giustificano le molestie e non credono a chi decide di denunciare. So cosa si prova: anche io ho avuto le mie belle molestie da persone che sono state all’apice e hanno avuto potere alto e puro”, ha ammesso.

“Ho detto dei no garbati, ma non è che non mi siano costati. Quantomeno non sono stata favorita. Quando una persona ti travolge su un divano, uscirne diventa complicato”, ha continuato sul medesimo tema molestie: “Ero anche molto ragazzina, considerando che allora si diventava maggiorenni a 21 anni”, ha chiosato.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI