Ettore Bassi, in crisi dopo la fiction Carabinieri: quanto è costata la sua popolarità

11/04/2013 di Federico Lanza

Ettore Bassi, protagonista su RaiDue con la fiction Rex, ha di recente confessato sulle pagine del settimanale DiPiù Tv, un periodo non del tutto felice soprattutto sul piano privato, legato però alla sua professione di attore, in particolare nel periodo della fiction che lo ha visto al fianco di Manuela Arcuri, Carabinieri. Quella che doveva rappresentare, per lui, un’occasione di rilancio e avvicinamento al grande pubblico, ha invece rischiato di diventare qualcosa di altamente distruttivo per la sua famiglia: “Tutto è cominciato nel 2005, con i grandi ascolti dalla fiction Carabinieri. Avevo tanti impegni, non stavo mai a casa, finché un giorno mia moglie Angelica ha minacciato di andarsene con le bambine”, ha raccontato l’attore.

Il lavoro, talvolta può portare a trascurare la vita privata, ed è proprio quello che è successo a Bassi, come ha confermato lo stesso sulle pagine del settimanale: “Quella serie mi ha cambiato la vita, regalandomi una popolarità che non avevo mai sperimentato prima. Di colpo mi sono ritrovato pieno di offerte di lavoro ed ero richiestissimo anche per gli eventi. Ho finito con il trascurare mia moglie e le mie figlie”. Il mondo gli è caduto addosso proprio quando la moglie ha minacciato di andarsene con le bambine.

“Le sue parole sono state come uno schiaffo: all’improvviso mi sono reso conto che avevo perso di vista la cosa più importante della mia vita: la mia famiglia”, ha dichiarato, spiegando poi come è riuscito a recuperare e soprattutto far ritornare il sereno anche nella sua famiglia: “Ho cercato di recuperare il tempo perduto. Riconquistare Angelica, però, non è stato affatto semplice. Ci è voluto parecchio tempo ma il nostro rapporto è tornato come prima. Anzi è diventato ancora più forte, tanto che nel 2009 ci siamo anche sposati”.

COMMENTI