Applicazioni videochiamate: ecco le migliori in tempi di Coronavirus

24/03/2020 di Valentina Gambino

Applicazioni per videochiamate: ecco le migliori in tempi di Coronavirus

Nonostante l’argomento sia leggermente off topic, ci siamo rese conto, in questo doloroso periodo, dell’utilizzo massiccio di applicazioni per entrare in contatto con i propri cari distanti da noi. A causa dell’emergenza per la pandemia del coronavirus non possiamo uscire di casa e siamo in quarantena: come possiamo “vedere” le persone a cui vogliamo bene? Per questo motivo, abbiamo pensato ad un piccolo “extra” TV, con dei consigli per videochiamarci tra amici, parenti e colleghi di lavoro.

Applicazioni per videochiamate: ecco le migliori in tempi di Coronavirus

In questa dolorosa situazione di quarantena, dobbiamo ingegnarci per vedere le persone care. Fortunatamente la tecnologia ci viene incontro. Anche i personaggi dello spettacolo lo stanno facendo: da Jovanotti a Fiorello, da Antonella Clerici a Tiziano Ferro, sono protagonisti di tante dirette condivise su Instagram e “programmi” (vedi Detto Fatto, cliccate qui).

Ci sono molte applicazioni, per computer, smartphone e tablet, che ci possono mettere in contatto con amici e parenti.

Skype – L’applicazione sicuramente più conosciuta che ci permette videochiamate a due o più utenti. Vi basta cliccare sull’icona della telecamera nella pagina della persona che volete contattare, fino a un massimo di 50 collegate tutte insieme. Ulteriormente si può condividere il proprio schermo con chi si sta parlando: l’ideale per mostrare delle foto.

In ultimo, consente anche di telefonare su numeri fissi o mobili anche a persone che non hanno l’app, in Italia o all’estero, a prezzi economici.

HouseParty – L’applicazione tra le più scaricate del momento. Particolarmente indicata per i giovani, permette di videochiamare coinvolgendo fino a otto persone, con una qualità video molto buona. Dopo averla scaricata ed essersi registrati, dovrete selezionare gli amici da “invitare” alla vostra chat. Tutti i partecipanti – ovviamente – dovranno avere l’applicazione sul proprio dispositivo mobile.

La caratteristica particolare di HouseParty è la possibilità di giocare con una lunga serie di giochi: dalle domande in stile “Trivial Pursuit” al classico gioco in cui bisogna fare indovinare un oggetto con un disegno, passando per l’associazione di parole. L’unica carenza dell’app? Per adesso è solamente in lingua inglese ma è comunque molto intuitiva.

Applicazioni videochiamate? Proseguiamo con l’ultima per quanto riguarda l’argomento più “ludico” della nostra difficile quarantena.

WhatsApp – L’applicazione forse più famosa e utilizzata. Cliccando sulle chat, invece di mandare un messaggio in alto a destra troverete il piccolo disegno di una telecamera. Cliccando lì avvierete una videochiamata. Anche WhatsApp, come Skype, prevede l’opportunità di fare chiamate di gruppo, ma la qualità dell’immagine potrebbe risentirne qualora non abbiate una buona connessione.

In alternativa potete utilizzare anche FaceTime (ma solo per chi ha un iOS) o Hangouts di Google.

Applicazioni per lavoro e riunioni

Applicazioni videochiamate: vi servono degli strumenti digitali per lavoro e riunioni a distanza? Eccone due da utilizzare soprattutto per smart working e lezioni a scuola.

Zoom – Un’altra applicazione che è in cima alle classifiche delle più scaricate del momento. La consigliamo soprattutto per lavoro e scuola. La funzione principale è l’organizzazione e lo svolgimento di riunioni in videochiamate con più persone allo stesso tempo.

I meeting possono essere messi in calendario anticipatamente, così che tutti i partecipanti abbiano il tempo di prepararsi. Potete videochattare con un massimo di 100 utenti in contemporanea e potete condividere lo schermo con i vostri colleghi, per fargli visionare il vostro materiale di lavoro.

È particolarmente conveniente, per esempio, per un docente che deve tenere una videolezione ai suoi studenti. Per iniziare la vostra riunione pressate sul tasto “New meeting”, di seguito attraverso il tasto “Partecipants” potrete inviare un link (via email) ai partecipanti che non dovranno fare altro che cliccarci.

Hangouts Meet – Sulla stessa scia di Zoom c’è anche Hangouts Meet sviluppata da Google. Le funzionalità principali sono diverse: videochiamate di gruppo, condivisione dello schermo, possibilità di registrare tutto l’incontro o trasmetterlo via streaming.

Potete interagire contemporaneamente con un massimo di 250 persone. Ottimo, quindi, se avete un team di lavoro molto vasto. Per iniziare vi servirà configurare la riunione tramite l’apposito e condividere il link via mail con tutti i partecipanti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

No need to reach for your laptop! Now you can share your screen from your mobile device while on a Skype call. Check out the link in our bio to learn how!

Un post condiviso da Skype (@skype) in data:

Giornalista e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI