Pio e Amedeo – monologo Fedez, Tommaso Zorzi interviene e annuncia: “Mi prendo una pausa, fa male!”

02/05/2021 di Valentina Gambino

Tommaso Zorzi

Tommaso Zorzi si è espresso sia nei confronti di Pio e Amedeo che sul monologo di Fedez al Concertone del Primo Maggio. Nonostante i suoi precedenti commenti, il pubblico social si è scagliato contro di lui, reo di non avere preso una posizione netta parlandone ad alta voce (magari proprio con i diretti interessati).

Tommaso Zorzi commenta Pio e Amedeo e il monologo di Fedez

Breve chiarimento poi mi prendo uno pausa perché sta diventando tutto troppo tossico. Come ha detto Fedez, un artista DEVE poter salire su un palco senza essere censurato.

Anche se non sei d’accordo con il contenuto. Come hanno fatto Pio e Amedeo. Non sono d’accordo con il loro discorso ma hanno avuto la possibilità di farlo perché è giusto così. 

Il punto è questo. Da un episodio come quello di venerdì sera ne può uscire una polemica che può portare a qualcosa di costruttivo. Affinché le cose cambino. Ma il cambiamento non si innesca se non si ha la possibilità di esprimersi. Anche quando non siete d’accordo.

Tommaso Zorzi ha poi aggiunto:

E per chiudere, vi ricordo, che mercoledì feci delle storie su Instagram dicendo esattamente quello che poi qualche giorno dopo ha detto Fedez su Rai 3. Sulla Lega e l’omofobia. 

Con gli stessi esempi che giustamente ha citato lui su quel palco. Ultimamente, quando si tratta di me, per le persone alle quali non piaccio è una gara a chi ferisce di più. 

Non vi nascondo che fa male. Non vi nascondo che non è facile acquisire la consapevolezza che tutto quello che farai sarà soggetto ad uno scrutinio severissimo. lo sono sempre rimasto fedele ai miei principi, con il mio tono, ma coerente. Mi dispiace non poterla vivere con maggiore serenità. Da parte mia e da parte vostra. Forse è questione di tempo.

Sapete bene che io non sono di certo la fan numero uno di Tommaso Zorzi ma so perfettamente capire quando un discorso fila liscio come l’olio, proprio come in questo caso.

Le opinioni altrui vanno rispettate anche se le considerate totalmente diverse dalle vostre. Se un concetto si esprime con educazione e rispetto bisogna accettarlo (ben diverso da condividerlo).

Anch’io mi sono dispiaciuta nel vedere solo una “guerra” social con Salvini invece di un faccia a faccia costruttivo al Costanzo Show (dove Zorzi si è presentato solamente nella seconda parte).

Idem per l’incontro con Giorgia Meloni che francamente ho trovato too much (ironizzare insieme su “Io sono Giorgia” quando l’intento iniziale era nettamente un altro mi è sembrato un po’ “vile”).

Stesso discorso per il confronto con Platinette dove non ho minimamente trovato la stessa forza social che Tommaso Zorzi mostra quando esprime le sue opinioni lontano da colui/colei che sta “attaccando”.

Ho espresso il mio dissenso in maniera civile, senza offendere… e stop (naturalmente continuo a pensare che siano state delle occasioni perse, non cambio certamente idea).

Non siamo qui per insegnare niente a nessuno però forse si stanno superando abbondantemente certi limiti: una cosa è esprimere la vostra opinione (non smettere mai di farlo) e un’altra è offendere in continuazione (quello, invece, depennatelo dalla vostra vita se potete).

(… e fatelo respirare ‘sto ragazzo… tutti quanti!).

 

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI