Le Invasioni Barbariche: l’intervista a Mario Monti e la prova di umanità – FOTO

07/02/2013 di Emanuela Longo

Ieri sera è andata in onda la terza puntata all’insegna della trasmissione di La7 condotta da Daria Bignardi, Le Invasioni Barbariche. Come sempre, nel corso della serata non sono mancate le interviste, vero punto di forza del programma, realizzate dalla padrona di casa e che hanno coinvolto gli ospiti del nuovo appuntamento, ovvero il premier Mario Monti, la conduttrice di Quelli che, Victoria Cabello, il vicedirettore de La Stampa, Massimo Gramellini e l’attore di fiction e cinema Giulio Berruti. Nell’introdurre al tavolo delle interviste il Presidente del Consiglio Monti, la padrona di casa ha sottolineato come non l’abbia mai intervistato prima: “Non sono sicura di essere capace!”.

Dopo aver ricordato le doti comunicative di Obama, la Bignardi lo ha incalzato: “Lei può fare di meglio di quello che ha fatto finora?”, “Credo che sia facile fare di meglio di come faccio io quanto a empatia”, ha ironizzato Monti. La padrona di casa ha cercato sin dall’inizio, dunque, di far sciogliere il premier, cercando di tirar fuori le sue emozioni, beccandosi anche della masochista per aver “rimproverato” Monti per non aver fatto di più e più duramente.

L’argomento si è poi spostato velocemente su Silvio Berlusconi e sulla sua intenzione di restituire l’Imu: “Se lui diventasse – cosa non credo – di nuovo Presidente del Consiglio gli suggerirei di conservare il suo nome illustre e di non fare quel gesto che può sembrare di generosità ma che contribuirebbe a ricreare una situazione problematica per l’Italia, per la finanza italiana e non vorrei che fra due anni dovessero cercare un altro Professore per sistemare le cose”, ha commentato Monti.

E tornando sull’argomento empatia, è poi stato il premier a sottolineare come stesse cercando, nel corso dell’ospitata, di essere più empatico del solito (“Lei si sta accorgendo che lo sono, vero?”), rimproverando la Bignardi di aver adottato un approccio un po’ freddo nei suoi confronti, il tutto detto con un sorriso.

Vendola non lo ama e lo ha fatto chiaramente intendere: “L’amore è una libera scelta”, ha commentato Monti. Poi, una domanda “pratica”: cosa ne pensa dei matrimoni gay? “Io sono per un rafforzamento per i diritti civili delle coppie omosessuali, ce ne sono alcuni e ne vorrei di più. Sul matrimonio tra coppie omosessuali e sull’adozione, credo siano temi altrettanto importanti dove è legittimo avere diversi punti di vista. Io li vedo collocati un po’ più in là”. In poche parole, l’argomento non rientra nella sua agenda politica e non rientra tra le priorità.

Daria ha poi ricordato come per gli italiani sia importante, da parte sua, fare delle prove di umanità. A tal fine, la Bignardi ha voluto capire quanto empaticamente Monti fosse realmente buono. Mentre Berlusconi la scorsa domenica si è fatto fotografare con in braccio un cagnolino, la conduttrice ha domandato al premier se fosse disposto ad adottare un cucciolo regalato dal programma: “Questo è un vile ricatto”, ha commentato il premier. L’intervista è quindi proseguita con il cucciolo in braccio: “Sento anche che ha un cuore! E’ un cucciolo empatico”, ha quindi ironizzato Monti. “Lui sembra avermi adottato, lei me lo lascerebbe portare via?”.

Dopo la prova cucciolo, ecco la prova Twitter: la Bignardi, dopo averlo convinto a dire “Wow!”, lo ha spronato a twittare in diretta: “Senta, ma non è che lei mi sta prendendo in giro?” ha quindi chiesto il premier, con aria divertita. A seguire, il tweet scritto da Monti:

 

E’ quindi seguito il momento birra con tanto di brindisi e qualche domanda di cultura generale sul prossimo Festival di Sanremo, MasterChef e Campionato di Serie A (“Detesto l’uso politico del calcio”). Poi, ultima domanda impegnativa: “Quante sono le sfumature di grigio?”. Non ha idea di cosa si stia parlando, ma il premier replica: “Avrà a che fare, nel suo pronunciato humor, con il grigio fumo?”.

Si è poi tornati seri per un momento, parlando del delicato problema delle carceri italiane, prima dei saluti della Cucciari: “Siete andati benissimo! Sembravate le gemelline di Shining!”. E dopo qualche battuta in merito all’empatia ed alla presenza di Monti in tv, ha concluso: “Lei è proprio il Presidente dei Ministri più amato dai tedeschi… di sicuro!”.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI