Francesca Barra attacca il coming out di Gabriel Garko e poi cancella il post: ecco perché ha cambiato idea

05/10/2020 di Valentina Gambino

Francesca Barra attacca il coming out di Gabriel Garko

Francesca Barra attacca Gabriel Garko sui social ma poi fa un passo indietro e svela per quale motivo ha cancellato il post incriminato. La giornalista su Instagram dopo il coming out dell’attore ha scritto: “Credo che gli eroi siano altri, cioè quelli che combattono quotidianamente e mettendoci la faccia contro le discriminazioni”.

Francesca Barra attacca Gabriel Garko dopo il coming out, poi se ne pente e spiega tutto

E a proposito di finzione, visto che ero in studio da Chiambretti quando lui e ADUA hanno messo in scena un teatrino sul matrimonio, vorrei dire che siccome c’è chi guadagna sul prendere in giro il pubblico (non lo fa sotto ricatto o con un coltello alla gola o lavorando in miniera), sarebbe interessante chiedere scusa per quei soldi sporchi perché macchiati di bugie alle spalle dei fan e di chi crede in loro e in storie d’amore. Non per quelli che prende oggi, nei luoghi e programmi dove finalmente racconta la verità e fa il suo lavoro: Ovvero uomo di spettacolo.

Per quanto provi empatia per la sua sofferenza per essere stato discriminato e non ho ragione per non credergli, penso che però gli eroi siano altri. Cioè quelli che combattono quotidianamente e mettendoci la faccia, contro le discriminazioni. E una nota contro media. Non solo Garko e quel sistema era corrotto. Ma chiunque si sia reso complice dei “lo sapevano tutti” e hanno ugualmente prestato spazi, pur di fare cassa, monetizzare, portare a casa qualcosa come audience e soldi. Un giornalista deve raccontare la verità. Altrimenti che differenza c’è fra il presunto finto matrimonio di Pamela Prati e il tribunale mediatico e questo caso?

Questo il post scritto di getto da Francesca Barra. Successivamente la giornalista ha cancellato il suo pensiero svelando il motivo della sua decisione:

Ho cancellato il mio post di “pancia” perché́ non è da me infierire. Ho detto tutto ciò̀ che penso sulla confessione di Garko e mi sento a disagio.

È vero: mi infastidisce quando si guadagna prendendo in giro il pubblico e quando si continua a raccontare una mezza verità̀ denunciando un sistema solo per promuovere o giustificare se stessi e non per mutare davvero le cose. Non aiuta chi combatte le battaglie contro la discriminazione e non mette in guardia fino in fondo.

Ma difronte ad un uomo che soffre, che piange, che probabilmente si è pentito di tutto, proprio io non posso alimentare commenti o offese di odiatori. Spero che il valore della libertà possa continuare a prevalere sulla menzogna e sui ricatti. Ecco, ora mi sento più̀ in pace e allineata con la mia natura.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ho cancellato il mio post di “pancia” perché non è da me infierire. Ho detto tutto ciò che penso sulla confessione di Garko e mi sento a disagio. È vero: mi infastidisce quando si guadagna prendendo in giro il pubblico e quando si continua a raccontare una mezza verità denunciando un sistema solo per promuovere o giustificare se stessi e non per mutare davvero le cose. Non aiuta chi combatte le battaglie contro la discriminazione e non mette in guardia fino in fondo. Ma difronte ad un uomo che soffre, che piange, che probabilmente si è pentito di tutto, proprio io non posso alimentare commenti o offese di odiatori. Spero che il valore della libertà possa continuare a prevalere sulla menzogna e sui ricatti. Ecco, ora mi sento più in pace e allineata con la mia natura.

Un post condiviso da Francesca Barra (@francescabarra1) in data:

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI