“Denise Pipitone è un pegno, non la restituiranno mai”: nuove rivelazioni dell’ex pm Angioni

01/06/2021 di Emanuela Longo

Denise Pipitone

Il caso di Denise Pipitone è stato nuovamente al centro della nuova puntata di Mattino 5 durante la quale oggi è stata trasmessa intervista inedita ed in esclusiva ad un ex esponente delle forze dell’ordine che ha commentato il rapimento della piccola di Mazara del Vallo.

Caso Denise Pipitone, le novità

Un ex esponente delle forze dell’ordine, a volto coperto e di spalle ha commentato il caso di Denise Pipitone alle telecamere di Mattino 5 con delle rivelazioni in esclusiva:

Il sequestro della bambina secondo me doveva essere utile a qualcosa. Poteva essere una merce di scambio. Quindi è probabile che sia viva… e magari è in qualche parte del mondo dove magari non conoscono nemmeno la televisione italiana.

La dottoressa Angioni, ex pm che si occupò del caso, ha commentato le parole di questa fonte asserendo:

All’epoca il commissariato di Mazara del Vallo era funestato da lotte interne tanto che tutti i nostri collaboratori storici sono stati colpiti da provvedimento disciplinare e messi ko. Quindi questo è uno dei problemi perché era stata azzerata la squadra di polizia giudiziaria. Le teste pensanti erano state fatte fuori perché erano quelle vicine alla procura.

Quanto alla merce di scambio, sì ci sono dei riscontri. In passato ho parlato di sensitive o pseudo sensitive. Una persona che sicuramente era una pseudo sensitiva – stiamo parlando di persone che gravitavano attorno alla famiglia – da me sentita mi disse che un componente della famiglia allargata le aveva detto che la bambina è un pegno e non la restituiranno mai. Un pegno… molte cose non si possono dire… ma la persona che aveva reso queste confidenze alla sensitiva non ha confermato però rimane questo discorso che dà un riscontro alle parole dell’ex esponente delle forze dell’ordine. Non so chi sia ma lo ringrazio.

Secondo quest’ultimo inoltre Denise Pipitone non sarebbe stata cercata nel posto giusto: cosa intende? L’ex pm Angioni ha commentato:

Non so cosa intenda ma so che io ho già detto che la pista era tutta incentrata su Jessica. Jessica odia la madre e prende la bambina per farle del male. Possiamo ancora collaborare tutti per cercare la bambina. Quella non solo era la pista sbagliata ma è stato anche confermato da tre sentenze. La bambina va cercata nella famiglia allargata […] Io ho già detto che la mia idea è quella di un patto… un patto delinquenziale e fuori dal controllo dello stato.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI