Marco Bocci, l’herpes al cervello scoperto dopo un incidente: “Rabbia e voglia di vita”

20/07/2020 di Valentina Gambino

Marco Bocci

Marco Bocci dopo l’herpes al cervello ha rimesso in discussione la vita intera, riordinando vissuto e priorità per dare rilevanza maggiore ad alcuni fattori piuttosto che ad altri. Il suo pensiero arriva sulla versione online de Il Corriere della sera, dove racconta il suo spiacevole incidente.

Marco Bocci, l’herpes al cervello scoperto dopo un incidente

L’1 maggio del 2018 la vita di Marco Bocci, come da lui stesso raccontato, è radicalmente cambiata. L’attore era in Umbria, la sua terra d’origine,  all’autodromo di Magione, perché stava partecipando a una gara ed ha avuto un incidente:

Quell’incidente ha reso palese, ha slatentizzato la mia malattia, ne ha reso possibile l’accertamento e la diagnosi, herpes al cervello, che altrimenti avrebbe avuto un corso dall’esito irreversibile.Nella normalità, la percezione della morte non ti è vicina in maniera invadente, ma solo quando ti tocca in prima persona capisci quanto sia poco distante da te e ti attacchi molto al presente, rimandando ogni progetto. A me è venuta una rabbia, una voglia di vita che prima dell’incubo non avevo.

Marco Bocci dopo l’incidente non è più tornato a correre. Se ha scelto di mettere da parte la sua passione, lo ha fatto anche per i figli Enea e Pablo e la moglie Laura Chiatti:

La responsabilità paterna fa perdere l’incoscienza e prevale l’importanza degli affetti. Se senti odore di pericolo, gli stai lontano. Mia moglie mi ha sempre stimolato a non rinunciare alle mie passioni, al mio lavoro e infatti ho appena finito di girare un nuovo film, Bastardi a mano armata, un thriller diretto da Gabriele Albanesi. Però è molto più contenta se non corro.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI