Sangiovanni parla di Madame, del ddl Zan e di Giulia: “E’ un esempio”

17/05/2021 di Emanuela Longo

Sangiovanni

Il giovane cantante vicentino, Sangiovanni, dopo aver conquistato il secondo posto ad Amici 20 ha concesso un’intervista anche al quotidiano Il Messaggero al quale ha parlato dell’origine del suo nome, della finale insieme alla fidanzata Giulia – arrivata prima -, dell’amicizia con Madame e del ddl Zan.

Sangiovanni dopo Amici 20: dal ddl Zan a Giulia

Tanta carne al fuoco nell’intervista che Sangiovanni ha concesso al quotidiano Il Messaggero. Il ragazzo ha spiegato l’origine del suo nome commentando:

Mi hanno sempre detto che non sono un santo, che non ho la faccia da bravo ragazzo. Mi chiamo Giovanni e allora ho deciso di chiamarmi Sangiovanni.

Il 18enne ha ammesso di essersi aspettato esattamente la finale che poi ha vissuto, insieme alla fidanzata Giulia:

Era ciò che desideravo dal primo bacio in casetta. Quando siamo rimasti solo noi due non importava che a vincere fossi io o lei: ce l’avevamo fatta entrambi.

Parlando proprio di Giulia ha svelato cosa gli ha fatto perdere la testa di lei:

E’ una persona bellissima, con una grande storia alle spalle: ha trasformato le delusioni e le offese subite in un messaggio potente. E’ un esempio. Dentro Amici ci siamo fatti forza a vicenda.

Sangiovanni ha anche parlato del messaggio che intende trasmettere non solo con le sue canzoni:

Voglio aiutare le persone a sentirsi bene con se stesse. Nel 2021 ci sono ancora troppi preconcetti, paletti e schemi nei quali non mi ritrovo. Non si tratta di identità e discorsi sul genere ma di libertà. Ho 18 anni, mi vesto di rosa e metto lo smalto sulle unghie, quindi? E’ ciò che voglio trasmettere e comunicare con le mie canzoni.

Al momento Sangiovanni ha ammesso di non sapere nulla sul ddl Zan “perché nelle casette non avevamo il telefono e non ricevevamo notizie: sono all’oscuro di tutto”, ha confessato, ma ha anche asserito che si informerà:

Posso dire però che sono per l’amore universale, le diversità devono diventare normalità.

Infine ha anche parlato della sua amicizia con Madame ed ha confermato che è stata proprio lei a suggerirla a Maria De Filippi:

Sì. Venivamo dalla stessa città. E’ stata una delle prime persone a credere nel mio talento, a portarmi in uno studio. Condividiamo l’etichetta, la Sugar di Caterina Caselli. Un giorno mi ha detto ‘Ti andrebbe di provare ad entrare ad Amici?’. Ho preso il treno e sono venuto a Roma.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI