Il padre di Michele Merlo: “Mio figlio accusato di avere usato droghe”, nuovi dettagli choc

09/06/2021 di Valentina Gambino

Emergono altri inquietanti dettagli sulla prematura morte di Michele Merlo, scomparso a causa di una leucemia fulminante che gli aveva provocato una emorragia cerebrale. Il padre Domenico, raggiunto da Il Resto del Carlino, svela altre novità choc.

Il padre di Michele Merlo: accuse di droga, nuovi dettagli choc

Fare piena luce sulle “troppe ombre” che avvolgono la morte di Michele Merlo, il cantante vicentino di 28 anni che si è spento domenica al Maggiore per una leucemia fulminante. E per farlo il procuratore capo Giuseppe Amato, dopo la presentazione dell’esposto dei genitori di ’Mike Bird’, già concorrente di X Factor e di Amici, ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di omicidio colposo, al momento senza indagati.

E nelle prossime ore è atteso il conferimento dell’incarico al medico legale per l’autopsia. “Perché mio figlio – il grido di Domenico Merlo – è stato respinto dall’ospedale di Vergato e accusato di aver fatto uso di droghe“. Una vicenda tutta da ricostruire, accaduta in un lampo e che ha lasciato sgomenti amici e parenti e dato vita a una ridda di polemiche.

Domenico e Katia, genitori di Michele Merlo, proprio ieri hanno depositato un esposto dove viene chiesto l’intervento dell’autorità giudiziaria. 

Al resto penseranno i Nas sequestrando la cartella clinica di Mike al Maggiore e la documentazione del pronto soccorso di Vergato.

Papà Domenico aggiunge:

Vogliamo sapere quanto successo nei giorni e nelle ore precedenti al ricovero nella rianimazione del Maggiore. Verificare se vi siano stati errori e/o omissioni che abbiano determinato irreversibilmente la sorte di Michele.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI