Margherita Pastore, chi è la moglie di Piero Angela: ex ballerina della Scala lasciò tutto per la famiglia

13/08/2022 di Emanuela Longo

Piero Angela

Nel giorno della morte di Piero Angela, inevitabilmente l’attenzione si concentra sulla vita privata del celebre divulgatore scientifico, a partire dalla moglie Margherita Pastore e dai loro due figli. Proprio la moglie Margherita ha avuto un ruolo importante nel successo di Angela. 

Margherita Pastore, chi è la moglie di Piero Angela

In un’intervista di qualche tempo fa rilasciata ad AdnKronos, Piero Angela parlò della sua vita privata e in particolare del matrimonio con la moglie Margherita Pastore sposata 65 anni fa. 

I due si conobbero da giovani ad una festa di un’amica comune. Lui aveva 24 anni, lei 18. La conquistò mostrando le sue doti di musicista di pianoforte:

Ho avuto un colpo di fulmine ma è accaduto in un’epoca nella quale ci si dava ancora del lei. L’ho conosciuta alla festa di un’amica, lei aveva 18 anni e io 24, mi sono messo a suonare il pianoforte e ci siamo innamorati.

All’epoca Margherita era una ballerina di danza classica alla Scala di Milano e lasciò tutto per seguire la sua famiglia. Nella medesima intervista Angela ammise:

Ma ho ancora un senso di colpa per avere interrotto, per seguirmi, la sua carriera nel mondo della musica, nel quale era una giovane promessa, però lei mi ha sempre detto di essere stata felice. Ancora oggi abbiamo, l’uno verso l’altra, molto amore e rispetto e tolleranza.

Dopo le nozze lei lo seguì a Parigi dove ebbero i due figli, Alberto Angela nel 1962 e Christine, qualche anno dopo. 

Piero Angela non ha mai nascosto l’importanza avuta dalla moglie nella sua carriera, come dichiarò al settimanale Oggi:

Mia moglie mi ha aiutato molto. È più di metà del mio successo. Ha rinunciato alla carriera e portato pazienza per le mie assenze. Mi ha seguito in tutte le mie peregrinazioni. Ha tirato su due figli magnifici.

Classe 1984, nata a Lecce. Blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI