Fiorello non ritornerà in Rai. Lo showman spiega i motivi della sua mancata conduzione di “Fantastico”

21/04/2010 di Laura Errico

Molti speravano nel suo ritorno in Rai. D’altronde stesso lui, Fiorello, aveva dichiarato, in un’intervista a “Repubblica”, che aveva voglia di ritornare alla Rai, però, per il suo rientro, c’era bisogno che gli venisse dato un buon programma, come ad esempio la storica trasmissione “Fantastico”.

Ecco cosa aveva affermato nell’ambito di quell’intervista:

Certo che avrei voglia di tornare alla Rai, sono della Rai -anche se sono stato a Sky- e non è escluso che possa fare ancora qualcosa con loro. Ma se torno non posso ripresentarmi per fare una cosetta: in Rai devo fare il sabato sera o uno spettacolone da grande budget, coi grandi ospiti, per capirci, un “Fantastico” tutto nuovo… Ecco, sarei pronto a fare il Fantastico 1 del nuovo millennio, reinventarmelo, rilanciarlo.

Tuttavia pochi giorni fa è arrivata la smentita di una sua probabile conduzione di “Fantastico” dallo stesso Fiorello attraverso “Il messaggero”.
La causa di tale ripensamento è dovuta al fatto che Gianni Morandi condurrà “Canzonissima”.

Ho visto che Gianni Morandi fa “Canzonissima”, così la mia proposta cade. Non possiamo metterci tutti a rifare le cose del passato. O forse la verità è che sono in una fase in cui non voglio fare tv. Chi me lo fa fare: un varietà classico, come piace a me con gli ospiti tipo Stasera pago io, fa sei milioni di spettatori, così mi massacrano e io ci rimango male,

ha asserito lo showman, che dimostra di avere un po’ di nostalgia per la tv del passato:

Il varietà non c’è più: si fa nostalgia, ci sono i bimbi che piangono, è tutto uno “stop al televoto”, una frase che è diventata un tormentone del mio spettacolo.

Intanto è molto impegnato in teatro e forse si cimenterà nuovamente in radio al fianco di Marco Baldini.

COMMENTI