Ida Colucci, morta di cancro ex direttrice Tg2: lutto in Rai

19/08/2019 di Emanuela Longo

E’ morta oggi, all’età di 58 anni, Ida Colucci, giornalista ed ex direttrice del Tg2. Secondo quanto riferito da Dagospia, da alcuni anni era malata di cancro. RaiNews, nel darne notizia, non cita il presunto tumore limitandosi solo a parlare di “malattia”. Classe 1960, il prossimo 22 agosto avrebbe compiuto 59 anni. Dai 1991 era entrata a far parte della grande famiglia Rai, prima con il GiornaleRadio, per poi passare dal 2002 al Tg2, divenendone inviata nel 2005.

Ida Colucci è morta: lutto in Rai

Dal 4 agosto 2016 Ida Colucci prese il posto di Marcello Masi e su proposta dell’allora dg Antonio Campo Dall’Orto assunse la direzione del Tg della seconda rete Rai, del quale era già vicedirettrice dal 2009. Prima del suo ingresso in Rai, aveva avuto varie esperienze in Asca, Nuova Ecologia e Legambiente.

In una nota congiunta, il Presidente Marcello Foa e l’Amministratore delegato Fabrizio Salini hanno voluto esprimere il loro cordoglio per la morte di Ida Colucci: “Profondo cordoglio per la scomparsa di Ida Colucci, giornalista appassionata che ha saputo dare alla Rai con generosità e competenza la propria professionalità in tutte le sue esperienze lavorative con una condotta sempre in linea con il servizio pubblico. Ci mancherà e la ricorderemo sempre con grande affetto”, si legge.

Ida raccontò per la Radio i principali avvenimenti degli Anni Novanta, tra cui gli sbarchi dei profughi albanesi sulle coste della Puglia e la cronaca giudiziaria degli anni di Tangentopoli oltre al processo Sisde. Per il Tg2 la Colujcci raccontò i temi internazionali più importanti, tra cui i vertici G8 e G20. Rimase alla guida del Tg di Raidue fino al novembre 2018, quando è stata assegnata alle dirette dipendenze dell’Amministratore Delegato.

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

COMMENTI