E’ morto Giorgio Medail, uno dei padri della tv commerciale

19/03/2011 di Simone Morano

Giorgio Medail

E’ morto Giorgio Medail, scrittore, giornalista, autore televisivo e dirigente della struttura per il rilancio dell’immagine del nostro Paese presso il Ministero del Turismo. Medail, che aveva 65 anni, era nato a Dolo, in provincia di Venezia, nel 1945, ed aveva avuto un ruolo fondamentale, sia in qualità di presentatore che in qualità di autore, nell’ambito della nascita della tv commerciale, e specialmente di Canale 5. Proprio Medail aveva gestito per primo la tv via cavo Telemilano, dalla quale avrebbero avuto origine i canali di Fininvest.

Nel 1975, infatti, Silvio Berlusconi aveva avuto l’idea di dare il via a un’emittente via cavo, nel quartiere residenziale Milano 2. La direzione dei programmi di quella che venne chiamata Telemilano fu affidata proprio a Medail, che si occupò della conduzione di programmi, tra cui il famoso Polvere di stelle. Con il passare del tempo Telemilano divenne Telemilano 58 e in seguito Canale 5. Tra le altre iniziative, ricordiamo la rubrica da intervistatore mascherato: indossando una mascherina e un cappello, Medail intervistava gente comune.

Fu anche autore di Telemike. Nel 2007 fu chiamato a dirigere La tv delle libertà.

Il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla ha avuto modo di ricordare Medail:

La sua grande creatività, la sua ricchezza interiore, la profondità di sentimenti, l’innovazione che ha saputo portare nel mondo del giornalismo, la sua passione ed il suo amore infinito per l’Italia rimarranno. Fino all’ultimo, mentre lottava con un gravissimo male, ha dato alla valorizzazione dell’immagine dell’Italia il suo straordinario contributo di intelligenza e dedizione, con risultati per i quali tutti dobbiamo essergli grati.

 

 

COMMENTI