Lite Fedez e Chiara Ferragni: “tutto organizzato”? Il web punta il dito e accusa i Ferragnez

02/09/2021 di Valentina Gambino

Lite Fedez e Chiara Ferragni: tutto organizzato per lanciare la canzone? 

Fedez e Chiara Ferragni sono tra le coppie più limpide dei social. Senza filtri e particolarmente legati agli estimatori, non hanno preoccupazioni nel raccontare il buono e cattivo tempo, compresa la recente lite che li ha visti protagonisti tra le pagine dell’ultimo numero di Chi Magazine. 

Lite Fedez e Chiara Ferragni: tutto organizzato per lanciare la canzone? 

Tuttavia non tutti credono nella loro buonafede e li hanno accusati di avere “organizzato” il litigio ad hoc per lanciare la nuova canzone che Fedez ha dedicato a Chiara Ferragni in occasione del loro terzo anniversario di matrimonio. 

“Ogni post sul loro profilo è programmato con alcuni mesi di anticipo. Nessuno vede il marcio, questo è il loro lavoro e vivono di questo. Vogliono far vivere in una favola (che non esiste), spettacolarizzano tutto. Il mondo non è una merd*, ma nemmeno come lo raccontano loro…”, queste le parole di un utente tramite social così come riporta IlGiornale. 

Tre anni fa Fedez e Chiara Ferragni pronunciavano l’importante “sì”. Ieri la coppia è tornata a rinnovare le importanti promesse e lo ha fatto in occasione del terzo anniversario che, neanche a dirlo, si è trasformato in un vero e proprio show. 

 Il rapper ha deciso di portare la moglie su una piattaforma realizzata appositamente sul lago di Como, facendola commuovere con una sua nuova canzone.  

Nel breve filmato condiviso da Chiara si vede l’influencer, emozionatissima, mentre Fedez canta: “Mi fai venire voglia di futuro. Mi lasci vincere e poi vuoi la rivincita e litigare con te è meglio del cinema”. 

Secondo voi potrebbero mai fingere un litigio ad hoc questi due patatoni? Io dico di no. 

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI