Iva Zanicchi: “Ho detto ‘no’ a Walter Chiari, Benigni mi disse cose mostruose!”

21/11/2019 di Valentina Gambino

Iva Zanicchi

Iva Zanicchi ospite de “I Lunatici” in onda su Radio2 Rai, è sempre il solito fiume in piena. La celebre cantante ha raccontato alcuni episodi particolari della sua infanzia, senza tralasciare particolari, piacevoli o meno, della sua lunga carriera.

Iva Zanicchi e Walter Chiari: “Lo rifiutai”

La cantante ha aperto le danze dell’intervista parlando della sua infanzia:

Sono nata dopo due sorelle, mio padre voleva un maschio, quando sono nata io l’ha presa come una disgrazia. È stato due giorni senza volermi vedere, mia madre era disperata, l’unico a venirmi a trovare fu un bisnonno. Lui disse che ero nata di giovedì e di luna buona e pronosticò per me una buona fortuna.

Poi Iva Zanicchi ha svelato il suo rapporto con gli uomini, raccontando un aneddoto con protagonista Walter Chiari:

Ero molto ingenua, avevo paura degli uomini, mia mamma mi aveva messo il terrore degli uomini. Ero tanta, cercavo di nascondermi, di non far vedere il seno, ma la prima volta che andai a Castrocaro uno dei massimi responsabili di quel festival mi invitò nel suo ufficio e cercò di saltarmi addosso. Io non mi sono mai scandalizzata, senza offendere ma con decisione puoi respingere senza offendere.

Walter Chiari fu un grande maestro, facemmo sei mesi di spettacoli insieme. Lui dopo una settimana mi disse che una di quelle sere saremmo dovuti andare a letto insieme. Lo stesso giorno era arrivata la sua mamma, che mi adorava. Lei mi sconsigliò di andare a letto con Walter, lo definì un po’ birichino. Io le dissi di stare tranquilla, che non ci sarei andata. Chiari qualche giorno dopo mi disse che nella sua vita era andato a letto con tutte le donne che avevano lavorato con lui. Tranne due: una perché non gli piaceva e io, che gli dissi di no.

Le parole di Roberto Benigni: “Disse cose mostruose”

Tra gli episodi che le hanno lasciato l’amaro in bocca, l’insulto di Roberto Benigni descrivendo la canzone sanremese “Ti voglio senza amore”. L’attore toscano aveva commentato il brano in questo modo:

Iva, son rimasto malissimo, Ti voglio senza amore, cioè come dire fammi godere alla svelta e dura parecchio, ragazzi son rimasto. Non ci sono più i pezzi di una volta, al posto di Cantare adesso Trombare oh ooh, all’Alba tromberò. La canteresti mai? Iva son proprio rimasto male.

La Zanicchi ha rivendicato quanto fosse inadatto quel gesto:

A Sanremo mi disse delle cose mostruose. Cose che non puoi dire nemmeno a una donna che batte il marciapiede. Poi la settimana dopo mi chiamò e chiese perdono. Io l’ho apprezzato.

Blogger e social addicted. Scrivo di televisione, gossip, cinema e musica. Amo le serie TV, sono dipendente dalla mia barboncina Zooey e vivo in Salento tra sole, mare, vento, amore e arcobaleni.

COMMENTI